Lavorare 2.0

Vacanze alternative: quest'estate impara un mestiere

vacanze alternativeCi sono vacanze e vacanze. 

Le famiglie che si possono permettere di trascorrere le ferie fuori città ripropongono il collaudato schema della settimana al mare. I più pensano all’abbronzatura, alle riviste di gossip da sfogliare pigramente sotto l’ombrellone, mentre i bambini costruiscono castelli di sabbia e i figli adolescenti cercano angoli appartati per pomiciare. 

Mai pensato, per una volta, di trascorrere una vacanza completamente diversa, magari dall’altra parte del globo? 

Il mondo è pieno di opportunità e, specialmente per un ragazzo che ha appena terminato gli studi, un’esperienza di volontariato all’estero può essere un’occasione di crescita e di apprendimento utile anche per il mondo del lavoro. Si può mettere a frutto un estate per imparare un mestiere, conoscendo tante nuove persone, imparando una nuova lingua e una nuova cultura. 

Un esempio? Cambogia dal 18 Agosto al 3 Settembre

L’INTERVENTO PROGETTUALE 

Due settimane vissute a stretto contatto con i ragazzi cambogiani in un emozionante programma esperienziale che sfrutta la fluidità di comunicazione data dalla vicinanza d’età. La missione è rendere i giovani locali protagonisti consapevoli del proprio sviluppo, trasmettendo loro la passione allo studio e le competenze formative, sia nel contorno delle tradizionali attività agricole, sia nel quadro delle innovative professioni del turismo e della comunicazione. 

Ai più piccoli sono indirizzate le azioni trasversali per sviluppare la promozione della salute, l’igiene personale e l’educazione ambientale. 

Inoltre questa settimana ti mettiamo a disposizione una guida gratuita sulle tantissime associazioni che organizzano vacanze-lavoro in Italia e all’estero: quest'anno portati a casa qualcosa di più delle conchiglie raccolte in riva al mare!

Scarica l’e-book gratis 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

Dal custode di isole tropicali al collaudatore di profilattici: ecco i 7 lavori più belli del mondo

Custode di isole tropicali? Ecco come si diventa

isole tropicali

110 mila dollari australiani e una villa con piscina: il custode di Paradise Island se la passa proprio bene!  

Fare il custode di un’isola tropicale è molto ambito ma è soltanto uno dei sette mestieri più belli del mondo. Quali sono gli altri? 

Ce lo dice la rivista Focus:

  1. Il Custode di Paradise Island

Situato nella Grande Barriera Corallina, infatti percepisce uno stipendio  superiore a 110 mila dollari australiani (circa 75 mila euro) per 6 mesi di lavoro. Cosa deve saper fare?
Deve sapere nuotare ed avere  voglia di esplorare l'isola. Gli viene, inoltre, offerto come alloggio per sei mesi di lavoro, una villa di tre camere e con piscina.

Leggi anche vuoi mettere…… lavorare in Costa Rica?

 


  1. Collaudatrice di alberghi di lusso

Esiste, infatti, un sito di costagrande successo dal nome In bed with me, dove si valutano gli alberghi a 5 stelle.
Naturalmente per fare questo bisogna viaggiare in tutto il mondo per testare letti, piscine e servizio in camera.

  1. Tester di acqua-scivoli

Consiste nel testare gli scivoli dei parchi acquatici e dei resort di vacanza di tutto il mondo. In particolare il suo compito è controllare l'altezza, la velocità, la quantità d'acqua e tutti gli aspetti di sicurezza degli scivoli prima che i turisti li prendano d'assalto.

  1. Assaggiatrice di uova di Pasqua

Assaggia barrette di cioccolato facendo da degustatore ufficiale delle uova di Pasqua. Il suo compito, oltre ad assaggiare le uova, è girare il mondo e scegliere gli ingredienti perfetti per prepararle.
Per fare questo lavoro si può arrivare a mangiare 50 o 60 pezzi di cioccolato a settimana. 

Leggi anche Andare in Canada. Ecco i lavori più richiesti

  1. Giardiniere

Guadagna circa  18 mila sterline l'anno (circa 25 mila euro).Parliamo dei giardinieri inglesi che secondo  una ricerca basata su statistiche e pubblicata dal quotidiano The Guardian, è  uno dei lavori più belli del mondo. Il motivo risiederebbe nel fatto che si può  stare all'aria aperta e lavorare a contatto con la natura creando paesaggi con le proprie mani.

Collaudatore di profilattici.

profilatticiEbbene si esiste davvero! 

Si tratta di collaudatori umani di profilattici che vengono ricercati dalle aziende successivamente ai test di elasticità fatti con apposite macchine. 

In molti casi, però, il lavoro non viene pagato, ma è previsto un rimborso in prodotti della stessa azienda a patto di stilare un rapporto onesto sulle prestazioni dei prodotti

Senza di loro, insomma, pare che il mondo rischierebbe di fermarsi.

Simona

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

In cerca di lavoro? Diventa la voce di un libro

Diventare narratore di audiolibri

"Fare un audiolibro è come essere in un film in cui nessuno dimentica la propria battuta".

 A dirlo è la voce di James Patterson, John Grishman e Libbra Bay. Come, di tutti e tre contemporaneamente? !Ebbene si. Parliamo infatti di January Lavoy, famosa attrice e doppiatrice che ha dato una voce alla carta stampata, una tonalità alle parole che riempiono le pagine dei volumi di questi tre grandi autori.

January è una narratrice di audiolibri. Una professione recente, alimentata dalla vasta produzione di titoli diffusosi attraverso il digitale come pure attraverso l’aumento di un pubblico variegato.

Inoltre, lo stile di vita sempre più frenetico, ha portato le persone a non avere nemmeno il tempo di aprire la copertina di un romanzo.  Dunque molti hanno optato per conoscere saggi, racconti, opere, attraverso le loro orecchie.

Ami leggere? Guadagna scrivendo recensioni di libri online

Cosa serve per diventare narratore di audiolibri

audiolibri2Il primo punto sembrerà anche sciocco mabisogna saper leggere ( che non significa aver frequentato e superato la prima elementare).

Un narratore di audiolibri deve riuscire a interpretare il testo, dare le giuste intonazioni e non avere difetti di pronuncia. Inoltre è necessaria una corretta dizione, senza inflessioni dialettali.

Ma l’elemento più importante è, ovviamente, la capacità di narrare. Anche grandi attori a volte non posseggono quel quid, quella passione per il raccontare.

Insomma, non basta possedere una bella voce.

Chiaramente, la conoscenza di più lingue è una caratteristica che può tornare utilissima, consentendoti l'apertura al mercato internazionale.

Quanto si guadagna diventando narratore di audiolibri

january lavoyNon si può dire con certezza, dal momento che le percentuali possono variare. Sulla base di diverse interviste e dai dati forniti dal sito TheArtCareerProject.com però, risulta che il salario medio è di circa 35.000 euro l’anno e di circa 30 euro l’ora.

Le sessioni da freelance possono variare da 20 dollari a centinaia solo per un’ora di lavoro.

Ciò significa che se lavori con costanza, anche part time, si possono raggiungere anche le 20.000 euro l’anno.

Di cosa hai bisogno per creare le tue demo?

1)    Una registrazione della tua voce

2)    Possedere il software giusto (Audacity per esempio)

3)    Un laptop o un pc per lavorare e registrare

4)    Un microfono

5)    Un paio di cuffie

Dove trovare lavoro come narratore di audiolibri

narratore di audiolibriInnanzitutto ti conviene registrare delle demo e creare un tuo portfolio.

Dopodichè ci sono siti come Fiverr, Upwork, People Per Hour e Freelancer dove si possono trovare una grande quantità di annunci di lavoro.

Ad esempio Upwork possiede un’intera pagina dedicata ai lavori di narratori audio.

Un progetto molto interessante è Amazon’s Audiobook Creative Exchange, un sito che connette direttamente i narratori di audio libri con le storie che "ancora non hanno voce".  Si può dunque ricercare sul motore interno e appariranno nel giro di qualche secondo tutte le offerte dedicate, insieme ai video e alle indicazioni su come registrare.

Oppure ci sono piattaforme che funzionano al contrario: crei il tuo profilo e carichi le demo. Puoi leggere di tutto: brani di libri, annunci di lavoro, poesie, persino liste della spesa. Saranno i datori di lavoro a trovarti.

Yeerida, lo Spotify dei libri

 

Curiosità

mangiare latticiniSapevate che nella registrazione di un audiolibro si deve fare attenzione ad alcuni termini specifici? Ad esempio verbi come gridò e sussurrò vanno registrati con una precisa intonazione. Oppure si deve essere molto precisi nell'affrontare le descrizioni dei protagonisti.

Sapevi che esistono persino gli Oscar per i narratori di audiolibri? Ogni anno la Audio Publishers Association ospita gli Audie Awards, manifestazione in cui vengono premiate le voci migliori.

Infine, prima di una sessione di lettura, è preferibile non mangiare latticini.

Dunque, amanti del formaggio, inserite anche questa tra le prerogative.

di Irene Caltabiano

 




Continua...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci