Lino Bansky, artista di "streda"

Chi ricorda lo spassoso video di Fabio Celenza?

Lino Bansky

Autore del "Mick Jagger salentino"?

L'ironia meridionale colpisce ancora. 

A volte, infatti,  basta una semplice assonanza per  scatenare la scintilla della genialità. 

E dopo il musicista bontempone, è un altro pugliese a rendere omaggio a due facce della medaglia dell’arte, creando l’ ideale asse Andria-Bristol. 

Lino Bansky

E' la fusione perfetta tra lo street writer inglese e il comico pugliese Lino Banfi. 

Ad unirli, la provenienza dalle stesse lande. 

 

Un nuovo tormentone made in Italy

Lino BanfiChe unisce l’arte dissacrante di Bansky e le perle dialettali dell'attore. Il risultato è esilarante. 

Il bambino inginocchiato con la scritta Forgive us our trespassing, diventa un omaggio alla classica battuta di Banfi «Oh madonna benedetta dell’incoroneta!».  

Lo stencil con il teppista che lancia i fiori diventa un ragazzo con in mano un corno rosso, la bambina che si dondola dalla scritta Parking diventa un’altalena appesa a Castel del Monte. 

Ma non solo 

Il faccione di Banfi comincia a sbucare in tutti le versioni sui muri di Andria, scatenando un incredibile effetto comico.

Una parodia leggera, che pare anch’essa erede della commedia all’italiana. Perché la marcia in più degli abitanti del Bel Paese è sempre stata la vis comica e la capacità di ironizzare, soprattutto su se stessi. 

Ulteriore punto in comune con il collega di Bristol ? Non si conosce il volto dell’artista, che rimane nell’anonimato, Anzi, nell' anonimeto. 

Irene Catabiano

 

di IRENE CALTABIANO

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Allena il pensiero strategico ☝

Da cosa deriva la paura di essere traditi?

I soliti sospetti. Le storie d’amore, specie quando iniziano, scatenano una serie di emozioni meravigliose. Non a caso l’antico adagio recita “il primo amore non si scorda mai”, perché il battesimo del cuore provoca uno stato di beatitudine tale da scolpire certe sensazioni nella memoria in modo...
Continua...

Perché il tuo cervello ha bisogno di tempo per non fare nulla

Avere successo ed essere occupato non sono la stessa cosa. Un vecchio coccodrillo stava galleggiando sul bordo del fiume quando un giovane coccodrillo nuotò vicino a lui :“Ho sentito da molti che sei il cacciatore più accanito in tutti i fondali del fiume. Per favore, insegnami i tuoi trucchi....
Continua...

Ecco le più grandi scuse che inventiamo per non avere successo

«Questo pomeriggio voglio parlare con voi del perché non riuscirete a fare una grande carriera». «Il primo motivo è che non importa quante persone vi dicano: "Se vuoi fare una grande carriera, devi inseguire le tue passioni, devi inseguire i tuoi sogni, devi inseguire il grande...
Continua...

Momento di crisi? Prova la monk chat!

Parla con il monaco In un precedente articolo avevo scritto una lista di rimedi contro stati d’ansia e depressivi (per chi non l'avesse ancora letto, eccolo qui) Uno dei modi migliori per combattere lo stress era da ricercare nella meditazione e in generale nel buddismo. Oggi, siccome mi piace la...
Continua...

Housing first: la casa è un punto di partenza

Home sweet home… ma sarà davvero così? Quanto può essere importante avere un tetto sopra la testa? Sentirsi accolti in un luogo protetto e sicuro? Cosa si prova a non avere una casa in cui tornare la sera? Housing First si basa su questo concetto per contrastare la marginalità sociale: la casa è...
Continua...

Investite tempo e denaro in esperienze non in cose materiali

Se domani poteste farvi un piccolo regalo online, cosa scegliereste? Un nuovo paio di scarpe, l’ultimo smartphone in circolazione o un biglietto per un concerto che finora vi siete sempre persi, piuttosto che un weekend in una meta che sognate di visitare da tempo? Quanti di voi opterebbero per un...
Continua...

Essere più sereni? Bastano 12 minuti di gentilezza al giorno

Non è uno scherzo, ma un vero e proprio studio scientifico. Praticare la gentilezza e far star bene le persone ha un effetto straordinariamente positivo sul nostro umore. A dircelo è uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Happiness Studies, che ha coinvolto un campione di studenti...
Continua...

Cattivi? No, a volte solo buoni incompresi

Bad or not too bad? Il mondo del cinema, dei libri, delle storie in genere ci ha abituati a distinguere in maniera netta il buono e il cattivo. Quindi riusciamo senza problemi a individuare nella trama di qualsiasi narrazione, per quanto complicata, da che parte schierarci. Giusto? No! Esistono...
Continua...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci