Nutrizione e benessere ☚

Probiotici fantastici e dove trovarli

Cosa sono i probiotici?

yogurt-probioticoI probiotici sono micro-organismi vivi che, se somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute del nostro organismo.

Comunemente noti come fermenti lattici, li assumiamo soprattutto dopo terapia antibiotica o problematiche di natura intestinale.

Che caratteristiche deve avere un probiotico? Il Ministero della salute, nell’anno corrente, ha rilasciato linee guida sull’argomento dichiarando che i microrganismi che possono essere impiegati negli alimenti e negli integratori alimentari devono soddisfare i seguenti requisiti:

a) essere usati tradizionalmente per integrare la microflora (microbiota) intestinale dell’uomo;

b) essere considerati sicuri per l’impiego nell’uomo.

c) essere attivi a livello intestinale in quantità tale da moltiplicarsi in tale sede.

Ma cos'è la microflora intestinale?

microfloraRappresenta l’insieme dei batteri presenti a livello intestinale, utile per coadiuvare diverse funzioni digestive e protettive della mucosa.

Nel nostro corpo, però, risiedono numerosi batteri, ma la maggioranza è presente nell’intestino.

Qual è il ruolo dei probiotici?

loading...

Se assunti come integratori, colonizzano il nostro intestino per aiutare la microflora già presente, incrementandola. I più comuni sono Lactobacillus e Bifidobacterium.

Esistono “cibi probiotici”?

Si, tra questi possiamo citare: yogurt, kefir, crauti, tempeh e kimchi.

E i prebiotici?

I probiotici non devono essere confusi con i prebiotici, fibre alimentari che aiutano a nutrire la microflora intestinale già presente.

Quali sono gli effetti benefici dei probiotici?

  • probiotici14Migliorano la salute dell'apparato digerente: possono aiutare a curare la diarrea associata agli antibiotici, combattono la sindrome dell'intestino irritabile (IBS), morbo di Crohn e la colite ulcerosa.

  • Potrebbero favorire la perdita di peso.

  • Lactobacillus helveticus e Bifidobacterium longum hanno dimostrato di ridurre i sintomi di ansia e depressione.

  • Favoriscono la funzione immunitaria

Il mio consiglio?

Per avere un intestino sano, non basta solo assumere un integratore di fermenti lattici. La dieta ed una sana attività fisica non vanno trascurati.

E ricordate che la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

 marina-putzolu

 

di Marina Putzolu

Biologa  e nutrizionista

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

Cos'è davvero la taurina?

Cos'è la taurina?

taurina1Molti conoscono la taurina, o meglio l’hanno sentita nominare, in quanto è uno degli ingredienti presenti in una nota bevanda energetica.

Anni fa, quando si sentì citare per la prima volta, molte furono le ipotesi circa la sua natura. All’epoca circolarono numerose bufale, come spesso accade per ogni nuovo alimento, bevanda o sostanza sconosciuta fino a quel tempo.

La taurina è, semplicemente, un amminoacido che si trova naturalmente nel corpo. Essa è particolarmente presente nel cervello, negli occhi, nel cuore e nei muscoli.

Fonti alimentari di taurina

Le principali fonti di taurina sono i cibi animali, come carne, pesce e latticini.

Qual è il suo ruolo?

Numerose sono le sue funzioni, importanti nel nostro organismo. Al contrario, di molti amminoacidi che intervengono nella sintesi di proteine, la taurina agisce in numerosi processi fisiologici:

  • Regola il sistema immunitario
  • Interviene nel funzionamento del sistema nervoso
  • Partecipa alla formazione dei sali biliari
  • Regola la presenza di alcuni minerali nelle cellule, come il calcio
  • Aiuta nel controllo della glicemia
  • Può combattere il diabete
  • Può migliorare la salute del cuore
  • Importante per la vista
  • loading...

Taurina ed attività fisica

taurina17La taurina interviene positivamente nelle prestazioni atletiche. Studi scientifici hanno dimostrato come la taurina intervenga nel rimuovere i prodotti di scarto, che si accumulano in seguito all’attività muscolare e che sono responsabili dell’affaticamento.

Sempre nell’ambito dello sport, la taurina protegge i muscoli dal danno cellulare e dallo stress ossidativo, ed aumenta l’ossidazione dei grassi. In questo modo favorisce anche la perdita di peso.

Effetti collaterali

Non sono molto comuni. Potrebbe causare, in determinati soggetti però, ipertensione e problemi di natura gastrointestinale.

Il mio consiglio?

Si consiglia di non eccedere mai con le dosi consigliate, e di essere sempre seguiti da un nutrizionista che vi saprà indicare il giusto dosaggio.

E ricordate che la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

Marina Putzolu

di Marina Putzolu

Biologa e nutrizionista

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

I pericoli dei cibi scaduti

Chi di noi non ha del cibo scaduto in dispensa?

cibo-scadutoMagari dimenticato in fondo ad un ripiano e ripescato giusto il giorno prima della scadenza. Il dubbio ci attanaglia: diventare responsabili dello spreco alimentare o “rischiare” di consumarlo?

E quando il cibo in questione è qualcosa di non confezionato? Una fettina di carne acquistata in macelleria,  che magari odoriamo ma  senza poterci davvero fidare al 100% del nostro naso?

A peggiorare la situazione, sono le notizie che circolano in questo periodo sulla possibilità che alcuni disonesti commercianti vendano come fresco un prodotto alimentare che non lo è più.

Ma quali sono i pericoli a cui ci esponiamo quando consumiamo cibi scaduti?

Il pericolo è rappresentato dall’intossicazione alimentare. I sintomi più comuni di intossicazione alimentare comprendono nausea, vomito e diarrea. I batteri sono di gran lunga la causa principale, quali E. coli, Listeria, e Salmonella.

Quando possiamo consumare un alimento dopo la data di scadenza?

formaggio-frescoIn generale, se un alimento è fresco è preferibile buttarlo, viceversa se un cibo è a lunga conservazione o è stato conservato correttamente potrebbe essere consumato.

Alcuni esempi possiamo elencarli qui di seguito:

loading...
  • Cibi secchi: pasta e biscotti, possono essere consumati, previo controllo visivo.
  • I formaggi freschi a pasta molle o il latte è preferibile buttarli, al contrario di quelli a pasta dura.
  • Bibite: eventualmente consumate, ma potrebbero manifestare delle alterazioni di tipo organolettico.
  • Lo yogurt, se non presenta segni come rigonfiamenti o muffe, si può mangiare ma probabilmente la quantità dei fermenti lattici sarà notevolmente ridotta se non del tutto assente.
  • Le uova, invece, occorre consumarle entro la data di scadenza.

Come evitare lo spreco alimentare?

spesa-settimanaleUna strategia può essere quella di pianificare la spesa settimanale, in modo da acquistare solo gli alimenti che intendiamo consumare nei giorni a seguire, in modo da evitare gli eccessi che irrimediabilmente possono andare a finire nella nostra spazzatura. E se alcuni cibi freschi, come carne e pesce, non potranno essere cucinati entro un paio di giorni, è conveniente congelarli subito dopo l’acquisto.

Il mio consiglio? Fate attenzione alla differenza tra “da consumarsi entro il” e la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”. Nel primo caso il prodotto non può essere consumato oltre tale giorno; nel secondo caso è possibile consumarlo senza rischi sostanziali per la nostra salute.

E ricordate... la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

marina-putzolu

 

di Marina Putzolu

Biologa e nutrizionista

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi