Olio esausto, ecco come riciclarlo

La domenica avete deliziato il vostro palato con una bella frittura di pesce? O magari delle succulenti melanzane immerse nell'olio?
Benissimo. Avete aperto la finestra, lavato i piatti e buttato l’olio usato nello scarico del lavandino o nel water... Cosa?? No! Sapete che con quel gesto abbiamo appena messo in pericolo suolo, falde acquifere, mari e bacini idrici? L’olio da cucina esausto infatti, se disperso nell’ambiente, non solo è molto inquinante ma crea un sottile strato che rende la terra impermeabile ai nutrienti e quindi arida e difficilmente coltivabile.
 
Ogni italiano consuma all’anno circa 3,5 chili di olio per fritture e molti non sanno nemmeno cosa sia un’isola ecologica ( e anche se lo sapessero non si scomoderebbero mica a portare l’olio negli appositi contenitori). Eccovi allora una serie di modi con cui potrete riciclare l’olio d’oliva senza muovervi da casa. 
 
Purificare l'olio
  • Innanzitutto, prima di qualsiasi operazione, si deve lasciar raffreddare l’olio, poiché ci vorranno ore prima di poterlo riutilizzare. Sistemarlo perciò in un luogo fuori dalla portata di bambini e animali. 
  • Assicurarsi che non sia olio di natura mista, come ad esempio olio di semi vari
  • Versare l’olio in una pentola e aggiungere dell’acqua
  • Scaldare il tutto su un fuoco basso mescolando con delicatezza: tutti i residui di cibo e le impurità che galleggiano nell’olio finiranno nello strato sottostante di acqua.
  • Per separare l’olio dall’acqua bisognerà farlo raffreddare e poi congelarlo.
 
Fatto?
Allora siete pronti per ridare nuova vita al vostro olio! Potete:
 
 
Friggere nuove pietanze
Usarlo come combustibile per lampade ad olio
Ricavare Biodiesel ecologico, cercando tra i tanti tutorial online.
Preparare mangime per animali, semplicemente mescolando olio, pane secco, riso e grano. 
 

Fare sapone o detersivo in casa (seguite questo simpatico tutorial)
 

Radersi: ebbene si, abbandonate creme e cremine: l’olio ha le stesse proprietà idratanti e uguale efficacia di prodotti specifici. 

 
Per chi vive nei paesi freddi, si può utilizzare l’olio esausto per ungere la pala da neve, rendendone più facile l’utilizzo. 
Riciclare in modo creativo: come realizzare una lampada di lava
 
 
E voi? Avete altre idee interessanti? Scrivetele nei commenti!
 
 
 
 
Ti è piaciuto quest'articolo? Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>
 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi