Anche a tavola, ditelo con i fiori

Rose, margherite e gerani non sono soltanto splendidi ornamenti per i nostri balconi.
Oltre a profumare e ravvivare i giardini, sono ottimi ingredienti per menu succulenti e originali. Spesso ci scervelliamo per creare ricette diverse. Risultato? Sempre la solita insalata di pomodori!
 
 I fiori invece sono inusuali e, nella maggioranza dei casi...a costo zero! Ecco a voi un menu completo di pietanze per stupire amici e parenti o per un’occasione speciale con il vostro partner. Prima di cominciare una premessa importante: i fiori sono assimilabili ai funghi. Esistono molte varietà commestibili ma altrettante velenose e tossiche. Quindi sempre meglio raccoglierli in luoghi lontani da fonti di inquinamento, assicurandosi che non siano trattati con pesticidi.È consigliabile lavarli bene prima di cominciare a cucinare.
 
FRITTELLE DI ROSE
 
La rosa, oltre a essere il fiore degli innamorati, è un ottimo digestivo e ha proprietà lenitive. Perché allora non sperimentare queste fantastiche frittelle?
 
Mettere quattro cucchiai di petali di rose in un bicchiere di birra chiara per circa venti minuti. Nel frattempo preparare una pastella con mezzo bicchiere di birra, 100grammi di farina e 30 gr di mandorle polverizzate, un pizzico di sale , uno di pepe, uno di paprika e un pizzico di lievito per pizza. Fare poi riposare il composto in un luogo tiepido e ben chiuso per circa mezz’ora. Riscaldare abbondante olio di semi in padella e scolare i petali di rosa dalla birra, tuffandoli nella pastella precedentemente preparata. Buttare poi un po’ di composto in padella e aspettare che diventi dorato su tutti i lati. Servire calde!
 
RAVIOLI AL FORMAGGIO E GERANIO BIANCO
 
Un piatto delicato ed elegante. Il geranio è noto per le sue proprietà curative ed è anche un ottimo riequilibrante per il sistema nervoso. Ecco a voi un originale primo piatto per le serate estive.
 
Spezzettare i fiori di geranio, sciogliere il burro in una pentola con la salvia, aggiungere i fiori e dopo un minuto due cucchiai di panna. Cucinare i ravioli al formaggio, scolarli e saltarli con il condimento precedentemente preparato. Usare un paio di petali per decorare. 
 
POLLO DORATO CON PRUGNE E FIORI DI ACACIA
 
L’acacia è un ottimo anti-infiammatorio e antisettico. Provate quest’interessante associazione con il pollo. Fare rinvenire le prugne in acqua tiepida e farle cuocere insieme a cannella miele e un grappolo di fiori d’acacia. Rosolare poi la cipolla con l’olio in un tegame , unire le cosce di pollo e farle dorare. Aggiungere sale, pepe, zafferano e coprire d’acqua a metà. Una volta cotto, versare sopra la salsa di prugne e guarnire ogni coscia con un grappolo di fiori d’acacia. 
 
INSALATA DI MARGHERITE
 
Facilissima da preparare. La margherita è uno dei fiori più comuni; lo possiamo trovare ovunque durante una bella passeggiata in campagna. Ben pochi sanno però che ha ottime proprietà disinfettanti e lassative. 
 
Per questa ricetta occorrono 300 grammi di rughetta e due abbondanti manciate di petali di margherita, una scatoletta di mais e una fetta di pane casereccio. Lavare la rughetta e ravvivare i petali di margherita in una ciotolina di acqua fresca, poi scolare e lasciare asciugare. Tagliare a dadini la fetta di pane casereccio, mettere l’olio di oliva a scaldare in una padella e buttarvi i pezzetti di pane fin quando non diventano dorati. 
 
Prendere poi un’insalatiera e versare rughetta, mais, dadini di pane fritto e petali di margherita e condire tutto con olio extra vergine di oliva, sale e un filo di aceto balsamico. 
 
TORTA CON INFUSO AI FIORI DI TIGLIO
 
Il tiglio è considerato un simbolo di femminilità e ha molte proprietà antiossidanti, emollienti e rilassanti. Per preparare questo dolce particolare bastano 50 grammi di fiori secchi in una ciotola con acqua calda lasciati riposare per dieci minuti. Filtrare poi l’acqua con un colino e lasciarla raffreddare.
 
Mettere in ammollo mirtilli, farina di manitoba, farina di grano saraceno, farina di mandorle e zucchero in una ciotola capiente. Aggiungere la tisana di tiglio a poco a poco fino ad ottenere un composto omogeneo. Incorporare il miele di tiglio nel composto  mescolandolo con una frusta. Unire l’olio di mais e continuare a mescolare aggiungendo due terzi di mirtilli lasciati in ammollo. Versare poi il composto in una tortiera precedentemente oliata e infarinata . Guarnire con i mirtilli restanti e infornare a 180 gradi per 20/25 minuti. Togliere dalla tortiera e cospargerla con zucchero a velo.
 
Questo è solo un esempio di menu, ma c'è davvero da sbizzarrirsi a trovare ricette in giro per il web. E voi? Avete suggerimenti? Scrivetecelo nei commenti!
 
Buon appetito!
 
 Irene Caltabiano
 
 
Leggi anche:
 
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi