Veranu, la start-up che illumina casa con l'energia dei nostri passi

Veranu, in sardo barbaricino, significa primavera.

veranu-1-formica-argentinaLa stagione del risveglio dal torpore, periodo di rinascita dopo l’immobilità invernale. Un nome simbolico per una start-up che vuole rappresentare una ventata d’aria fresca per l’imprenditoria dell'isola. La giovane società ha infatti creato Smart Energy floorla pavimentazione intelligente. 

loading...

Cos'è

L'idea è di Alessio Calcagni, ingegnere elettronico nuorese di 33 anni, elaborata insieme a Simone Mastrogiacomo, Chief Operating Officer, e Giorgio Leoni, Chief Technical Officer.  Smart energy floor è composta di mattonelle che convertono l'energia cinetica dei nostri passi in elettricità

veranu-2-formica-argentina

Tutto partì dalla tesi di laurea di Calcagni, un progetto per sensori in grado di percepire la pressione«Erano destinati alla "pelle" di un robot: trasformavano la pressione in segnali che dovevano far capire alla macchina che qualcuno la stava toccando. L’idea è nata da lì, anche se non era direttamente collegata alla produzione di energia pulita».

Poi l’illuminazione: lo smog cittadino. «Osservavo l’inquinamento in giro per la città e mi chiedevo: possibile che non cisia un sistema per evitare carbone e petrolio, dal momento che ci spostiamo camminando?» Così, trovati i compagni d'avventura, comincia lo sviluppo del progetto. «Non è stato facile. Tutti svolgevamo anche un'altra professione. Io per esempio ho lavorato due anni in un’azienda di biotecnologie» dice. L’altro problema era lo scetticismo diffuso. Erano in pochi a credere che un dispositivo in grado di generare energia dai passi delle persone, accumularla all’interno di batterie e alimentare lampadine o altro, potesse funzionare.  «A gennaio 2015 è arrivato il momento più bello: con un passo abbiamo acceso 10 led». 

 

Illuminare in grande

veranu-2-formica-argentinaLa startup è stata costituita nel luglio 2016 e già fioccano i riscontri positivi, dalla vittoria di 15.000 euro alla Startup Battle di Cagliari al venture incubator di Capoterra che ne ha investite altrettante.  I ragazzi di Veranu hanno ad oggi messo a punto il secondo prototipo di Smart Energy Floor, presentando domanda di brevetto in Italia. «Presto la depositeremo anche per l’estero e gireremo i saloni dell’innovazione per mostrare la nostra tecnologia».

La mattonella è facile da installare ed ecosostenibile, poiché fatta con plastiche riciclate. In più non è invasiva e potrebbe essere inserita in siti storici e pubblici senza alterarne l’estetica. Il sogno di Alessio e soci sarebbe vedere lo Smart Energy floor all’interno di edifici celebri. Ad esempio all’interno del Colosseo, con un flusso di settemila visitatori l’anno, la mattonella intelligente potrebbe illuminare gli archi del monumento durante le ore notturne ( peraltro risparmiando 0, 24 tonnellate di CO2). 

L'illuminazione arriva. A piccoli passi.

 
 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi