Vademecum per una doccia economica ed eco-sostenibile

Quant’ è bello dopo una giornata di lavoro o passata fuori casa concedersi  una doccia calda?
 
 

Spesso però ci “rilassiamo” troppo. L’acqua utilizzata per l’igiene personale è infatti una delle maggiori cause di spreco idrico domestico. Si calcola che una persona consumi circa 150 litri d’acqua al giorno. Un duro colpo per un bene primario che sta diventando sempre più prezioso.

Prendere piccole precauzioni per evitare il consumo eccessivo non è così difficile. Ecco alcuni consigli utili da applicare immediatamente:

1)   Chiudere il rubinetto mentre ci si insapona

Sciacquarsi solo prima e dopo aver usato il bagnoschiuma fa risparmiare molti metri cubi d’acqua. Inoltre, per lavarsi, è sufficiente una piccola quantità di bagno doccia. Più ne usiamo, più tempo ci metteremo a lavarlo via.

2)   Ridurre il getto

La tendenza comune è usare il getto d’acqua con la massima pressione. Tranquilli, anche se non aprite del tutto il rubinetto l’effetto relax sarà lo stesso.  Esistono peraltro i riduttori, che aggiungono aria all’acqua corrente così da aumentare il flusso . In alcune docce è già integrato e regolabile a seconda delle esigenze di chi lo usa.

3) Fare pipì in doccia!

Ogni volta che tiriamo lo sciacquone del water se ne vanno via dai sei a dodici litri di acqua, parlando di toilette a cassetta.  Se consideriamo che c’è chi va in bagno dieci volte al giorno, la quantità di acqua  che sprechiamo al mese è… 3600 litri! E non facciamo gli schifiltosi perché tutti l’abbiamo fatto…diventando inconsapevoli benefattori.

4)   Usare le bacinelle

Avete mai pensato a quanta acqua scorre prima di arrivare alla temperatura giusta per non scottarci?  Potete facilmente raccoglierla posizionando una bacinella sotto il getto e successivamente riutilizzarla per innaffiare le  piante, scaricare nel water o sciacquare i piatti.

5)   Lavarsi meno e meglio

A primo impatto potrebbe sembrare un consiglio stupido. Ma tutti i dermatologi sostengono che fare la doccia  ogni giorno non solo è inutile, ma è addirittura dannoso. La maggior parte dei prodotti industriali contengono il sodium lauryl  o laureth sulfate ( per intenderci, l’elemento che fa la schiuma) che deterge ma irrita e secca il derma. Pelle e capelli, per reazione, secernono sebo  e quindi diventano grassi. Anche altre sostanze, come i parabeni, sono considerate cancerogene e troppo aggressive, rendendoci più soggetti a malattie cutanee. Cerchiamo quindi di usare il più possibile prodotti naturali e lavarci due volte a settimana anziché quotidianamente.

6)   Mangiare in modo più sano

Strano ma vero. La frase “siamo ciò che mangiamo” non è del tutto falsa. Consumare troppi dolci o cibi ricchi di conservanti, peggiora il nostro odore, costringendoci a lavarci più spesso. Mangiate più frutta e verdure e noterete subito il risultato.

7)   Fare la doccia in due

Questo è forse il metodo più piacevole per il risparmio idrico. Eco-sostenibile e soprattutto…divertente  ;)

 

di Irene Caltabiano

 

Seguite i nostri consigli senza farne una malattia. Come pensa il nostro "populista"...

Potrebbe interessarti anche:

ISCRIVITI al canale YouTube

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi