Per fare una casa ci vuol la plastica

Non è vero che la raccolta differenziata è inutile.

bottiglie1Panama lo dimostra, realizzando il primo villaggio del mondo fatto interamente di bottiglie di plastica riciclate.
 
Il materiale è isolante e servirà per la creazione di circa 120 case. Robert Bezeau, fondatore del progetto, sta contribuendo a difendere l’ambiente dell’isola di Colon, recuperando una grande quantità di rifiuti  accumulati nelle discariche del luogo.
 
Acciaio e plastica, che saranno poi ricoperti da una miscela di calcestruzzo. La prima casa, composta da due stanze, ha permesso di riciclare ben 20mila bottiglie.  I vantaggi ambientali sono alti, soprattutto dal punto di vista della temperatura; gli ambienti interni infatti, grazie al rivestimento, risultano molto più freschi. Ogni casa avrà un impianto idrico ed elettrico indipendente e verrà consegnata con porte e finestre già installate. 

 
Il riciclo prevede un risparmio anche temporale: le case in plastica vengono infatti costruite in molto meno tempo rispetto a quelle in muratura. Il villaggio sarà fabbricato in tre fasi e comprenderà orto condiviso, zone verdi e parchi per praticare yoga e attività all’aperto. 
 
Il problema dei rifiuti in queste zone è molto grave e un utilizzo simile potrebbe rappresentare una soluzione efficace e applicabile in altre zone del pianeta. 
 
 Un altro mondo è possibile, basta avere il coraggio di immaginarlo.
 
irene caltabiano
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci