Moveng, l'app napoletana che libera dalla doppia fila

Dove possiamo fare e non facciamo, dove non è la natura ma l’uomo, è nella terza di queste piaghe…Lei ha già capito…è il traffico!! Troppe macchine!

jhonny-stecchino La celebre battuta di Johnny Stecchino non è poi tanto lontana dalla verità. E, purtroppo, soprattutto al Sud, siamo maestri di ingorghi e doppie file. A volte anche di triple.

Il problema è reale. Lo sanno bene i poveri automobilisti bloccati per ore perché stretti da file di macchine, a volte da entrambi i lati della strada. Per quanto la cosa abbia del pittoresco, a Napoli hanno tentato di risolvere l’inghippo …alla maniera partenopea.

 

Si chiama Moveng ( modo dialettale per dire ora arrivo!) ed è un’app che permette di gestire lo stress da doppia fila. Nata dalle menti di Fabio Capurro, imprenditore, Luigi Chougard, ingegnere informatico, e Vincenzo Impiccichè, è possibile scaricarla gratuitamente sul proprio smartphone.

Come funziona

movengChi parcheggia in doppia fila inserisce il proprio numero di targa e cellulare. L’altro utente, registratosi a sua volta, nel caso in cui si ritrovi bloccato dal mariuolo in questione, fotografa la targa dell’auto che ostruisce il passaggio. In tempo reale arriverà una notifica sul cellulare del trasgressore, evitando al malcapitato di perdere la sensibilità delle mani sul clacson.

«Non trattiamo dati sensibili e rispettiamo la privacy di chi si registra» dice Capurro.«So bene che potrebbero piovere critiche, magari anche giuste. Io però dico che in una città dove purtroppo questo è la normalità, la nostra applicazione può essere utile per alleggerire chi ogni giorno è vittima dei trasgressori. Io spero che un giorno quest’applicazione non serva più, anzi me lo auguro»

Ce lo auguriamo tutti. 

irene-caltabiano

 

di Irene Caltabiano

 

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi