Melati e Isabel, la lotta all'inquinamento non ha età

Se si dice Bali si pensa a un meraviglioso paradiso tropicale.
Il sogno esotico delle giornate passate al chiuso di un ufficio. Eppure l’isola dell’arcipelago indonesiano ha a che fare con i nostri stessi problemi: l’invasione dei rifiuti. Chiunque voglia passare una mattinata al sole, si ritroverà circondato da buste di plastica. 
 
Melati e Isabel Wijsen, coraggiose sorelle indonesiane,  frequentano la Green school, un luogo già di per sé speciale. Una scuola che insegna ai bambini a rispettare l’ambiente e comprendere le dinamiche del territorio, ispirandoli a essere creativi e diventare green leader. Le due ragazzine, una 14, l’altra 12 anni, hanno preso sempre maggiore consapevolezza del problema studiando le conseguenze negative legate alla dispersione della plastica. Ogni anno infatti vengono utilizzati circa un trilione di sacchetti, circa due milioni al minuto; la maggioranza viene abbandonata nell’ambiente, ma, anche se correttamente riciclata, impiega fino a 1000 anni per decomporsi. Ciò significa che per strada potremmo, per assurdo, trovare  la confezione usata dal nostro bisnonno. 
 
Così le ragazze, assieme a un gruppo di amici, hanno lanciato l’iniziativa Bye bye Plastic Bags, con l’obiettivo di sviluppare  tra i propri conterranei sempre maggiore consapevolezza delle conseguenze negative di un uso smodato dei contenitori. I volenterosi teenager, sostenuti da una rete di contatti e aziende, hanno scelto di dire basta. «A Bali generiamo 680 metri cubi di rifiuti di plastica al giorno» spiegano le due sorelle- «Un quantità con cui si potrebbe costruire un edificio di 14 piani. E, per quanto riguarda i sacchetti di plastica, meno del 5% viene riciclato ».
 
Tre anni di spedizioni per pulire le spiagge, numerose iniziative e persino uno sciopero della fame, ma l’obiettivo è stato finalmente raggiunto.  Il governo dell’isola  si è impegnato a mettere al bando i sacchetti di plastica monouso entro il 2018. «Non permettete a nessuno di dirvi che siete troppo giovani o che non potete capire.” – concludono le due ragazze - "Non vi diciamo che sarà facile. Vi diciamo che ne vale la pena». La più piccola azione è più nobile della migliore intenzione.
 
 
Guarda il video >>>
 

Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi