L'insostenibile pesantezza del CV inutile

Questo è un post principalmente indirizzato a chi cerca un lavoro. Giovani e meno giovani.

colloquioRecentemente ho gestito per una società multinazionale lo screening (la selezione iniziale) di una ricerca per un impiegato/a addetta alla contabilità e amministrazione.

Un "posto fisso" per dirla alla Zalone!

I CV ricevuti saranno stati nelle prime 24 ore circa 300, per arrivare alla fatidica cifra di 743 CV in una settimana. Semplice post su INDEED. Pazzesco!

First impression?

Una massa di CV inutili, scritti con i piedi, con contenuti inutili, troppi a volte o mancanti in altre.

Per questo vorrei fare un decalogo per chi cerca un "maledetto" posto fisso e invia il suo CV per evitare in futuro di commettere errori.

Il CV perfetto

  1. La lettera di presentazione è FONDAMENTALE. Non scriverla significa essere scartati in partenza. L'azienda che riceve il CV vuole sapere le "motivazioni al cambiamento" se siete impiegati, o "un motivo esemplare per essere chiamati subito".
  2. La data di nascita e il luogo di residenza REALE. Su 743 CV esaminati, solo 15 avevano quest'informazione. NON È POSSIBILE dimenticare la data di nascita. È un requisito fondamentale! Come anche il luogo dove si vive, che se è distante dall'azienda che ha pubblicato l'annuncio deve essere motivato. Es.: "vivo a Foggia, ma sono disposto a lavorare a Torino perché ho la mia compagna che già vive e lavora li!". Altrimenti nessuna azienda chiamerà una persona che vive a 800km di distanza. È impensabile!
  3. La foto. Non è obbligatoria, ma se la volete inserire che sia una foto venuta bene. Non il selfie fatto alla festa di sabato sera! Cavolo l'immagine è tutto, quindi se volete inserire sta benedetta foto, almeno che sia decente.
  4. Esperienze professionali. INDICATE SOLO QUELLE CHE SERVONO. All'esaminatore non interessano tutte le esperienza fatte negli ultimi 20 anni di vita. Indicate solo quelle che servono per l'annuncio a cui state rispondendo. Se l'annuncio in questione richiede un'esperta in amministrazione e contabilità, indicate l'esperienza che si avvicina di più alla competenza richiesta per il lavoro. NON INTERESSA A NESSUNO CHE ABBIATE FATTO LA CAMERIERA DURANTE L'UNIVERSITÀ.
  5. Studi. Serve sapere l'ultima esperienza studentesca svolta, non dalle medie in poi. Siete laureati? Bene, scrivete Laureato in xxxx presso l'università di yyyy. La tesi poi va indicata se è in linea con la posizione richiesta. Scrivere di aver svolto una tesi sull'inquinamento di Tokyo per una posizione da contabile NON SERVE A NIENTE.
  6. Corsi frequentati. Se non sono richiesti per la posizione richiesta NON SCRIVETELI. Non frega una mazza a nessuno che siete DIVER o PARACADUTISTI.
  7. Altre cose inutili: codice fiscale, 2 o 3 mail (ne basta 1), capacità varie (tipo so leggere e scrivere) e per finire il famigerato "utilizzo del PC" che nel 2019 è come dire sono analfabeta! Chi nel 2019 non usa il PC???cannabis
  8. Profilo Social. Indicate il vostro profilo social di LinkedIn, Twitter o altri, ma attenzione: modificate le impostazioni della privacy in modo che, quando l'azienda esaminerà il vostro profilo social, si vedrà solo QUELLO CHE SI DEVE VEDERE! Una foto con una canna in mano o un'eventuale affermazione politica può essere pregiudicante!

Conclusione

Su 743 CV ne ho selezionati 3!

Su circa 710 mancavano lettere di presentazione e su 1 addirittura c'era una dicitura in alto che recitava: "CV non aggiornatissimo".

Buona fortuna ragazzi. Il mondo è vostro....e se non trovate lavoro in Italia forse è meglio che ve ne andiate all'estero. Qui per gente così non c'è spazio!

Duccio
Blogger selezionatore

 
 
 

 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi