Legalflings, l'app per il consenso ad avere rapporti sessuali

Dimenticatevi di Tinder.

legalflings-1Da questo momento in poi non ci si dovrà neanche preoccupare di creare quel minimo di atmosfera romantica. Che so, una cena fuori o una rosa in regalo. Anche se magari l’intenzione finale è comunque l’avventura di una notte.

La società olandese LegalThings ha creato Legalflings( che sarebbe letteralmente flirt legale), app per creare accordi sessuali di tipo consensuale.

Nell’era dello scandalo Weinstein, l’app nasce per dare l’autorizzazione anche a relazioni occasionali particolari, che comprendano specifiche abitudini sessuali, evitando il rischio molestie. 

A scanso di equivoci dunque, si vuole creare un mezzo che possa rendere evidente, in qualche modo, la volontà reciproca di finire tra le lenzuola.

Come funziona Legalflings

legalflings-2Si compila il profilo con le proprie preferenze sessuali, includendo l’approvazione per foto e video. Come altre app di incontri funziona per match. Un cuoricino: do il consenso. Una X, rifiuto. In seguito, nel caso una persona non sia più d’accordo a proseguire la liason, con un semplice clic su un pulsante può “firmare la cessazione del contratto”.

L’accordo sarà del tutto privato grazie alla tecnologia blockchain ( la stessa utilizzata con i bitcoin) ma, soprattutto, avrà valenza legale e permetterà ai suoi utenti di proteggersi, in vista di possibili foto o video che potrebbero evntualmente essere diffusi sul web e diventare virali.

 

Quali sono i contro di Legalflings?

legalflings-3Certo, finchè si rimane nel virtuale è tutto molto giusto. Ma sembra difficile che, se durante un incontro si dovesse cambiare idea, ci si possa fermare e metterci…una croce sopra.

Le problematiche riguardanti questo tipo di app non concernono solamente con il fatto che il corteggiamento vecchia maniera sembra ormai morto e sepolto e che a volte sembriamo esserci ridotti ai livelli dei Bonobo.

Legalflings potrebbe essere impropriamente utilizzata come arma da entrambi i lati: quello del possibile aggressore per giustificare il suo comportamento ( Signor giudice, ma lei aveva dato il consenso!) e quella di vendetta e infamia nei confronti del partner nel momento in cui non ci siano gli estremi per giudicare se possa essere o meno un rapporto consensuale.

Non è detto che succeda ma potrebbero capitare tali degenerazioni. Tuttavia se abbiamo accettato di avere sul cellulare un radar che ci segnali i single della zona ovunque ci troviamo, magari arriveremo anche a bloccarci e mettere una X rossa sulla foto del nostro lui/la nostra lei nel bel mezzo dei preliminari.

Cosa ne pensate?

irene-caltabiano

 

di Irene Caltabiano

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi