Lavorare solo mezza giornata si può….in Olanda

Lavorare part-time e poi dedicarsi a se stessi ci rende più felici

FelicitàQuanto tempo è giusto lavorare per essere felici? Poter dedicare parte del proprio tempo alla famiglia, allo sport ed ai propri hobbies non ha prezzo. E’quello che pensano gli olandesi nella convinzione che per star bene è meglio scegliere l’opzione del contratto part-time.

Il settimanale britannico The Economist ha evidenziato che l’Olanda è tra i paesi più felici al mondo anche per questo motivo.

Il contratto part- time comune al 26.8 per cento degli uomini olandesi e al 76.6 per cento delle donne, è un vero toccasana.

Questo dato è in controtendenza alla media europea che vede solo una minima percentuale di contratti part- time in particolare l’ 8.7% degli uomini e il 32.2 % delle donne.

felicità

Le ragioni sono in parte di origine storica poiché l’Olanda non ha dovuto affrontare le guerre mondiali e quindi le donne non hanno avuto bisogno di entrare nel mondo del lavoro se non tardi e a un ritmo moderato. Il paese,inoltre, è tradizionalmente ricco e dunque non si è mai posto il problema del doppio stipendio.

A ciò si aggiunga che la legislazione olandese ha favorito il diritto delle mamme e papà a preferire il part- time già dal 2000. La pratica,infatti è ampiamente diffusa e non malvista.

L’orario di lavoro ridotto ha portato,inoltre, ad un cambiamento nello stile di vita degli olandesi portandoli a praticare una maggiore attività sportiva che di per se fa bene alla salute fisica ed al proprio benessere psichico. Nel Paese, infatti, il 53% degli adulti si allena almeno 4 volte a settimana.

 

In Italia

felicità

Decisamente più lavoratori, più sedentari ed anche più infelici, secondo le statistiche, sono gli italiani. Del resto se è già difficile trovare lavoro figuriamoci quanta importanza può assumere la scelta tra part-time o tempo pieno.   

E’ plausibile ipotizzare, infatti, che in questi lunghi anni di crisi economica un numero crescente di donne abbia modificato la propria disponibilità a lavorare – preferendo il tempo pieno – per compensare una eventuale caduta del reddito familiare associata alla perdita di lavoro degli altri membri della famiglia.

Simona
Brand story agitator

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi