I dolci: ecco perché ci piacciono

Il desiderio di dolci non è altro che una soluzione rapida che il nostro cervello trova per fornire energia al corpo

Questo desiderio è collegato alla cosiddetta fame nervosa che spinge l’organismo a prediligere cibi ricchi di calorie. Partendo dal presupposto che lo zucchero semplice, contento soprattutto nei cereali e nella frutta, è il “carburante preferito” dalle nostre cellule, la scienza dice che più il cibo è dolce più invia velocemente segnali di sazietà al nostro cervello spegnendo così la fame nervosa.      

Si attiva anche l’area della ricompensa

I dolci, infatti, ci risultano irresistibili perché è il nostro cervello che li percepisce come tali. Essi rappresentano una soluzione rapida ed efficace per fornire energia al corpo ottenendo così “il piacere”  ed attivando l’area della ricompensa.

Niente digiuni prolungati e diete rigide

E’ scientificamente provato che le diete troppo drastiche oppure gli eccessivi digiuni portano a un desiderio ossessivo di zuccheri (sugar craving), che per essere colmato spingerà, prima o poi, a consumarli in modo eccessivo. 

Di qui i milioni di persone che per ottenere ricompensa cercano il piacere nel cibo mangiando troppo ed incorrendo nelle cosiddetta iperfagia nervosa che conduce all’obesità.

Simona

Guarda il video sul nervosismo

Seguici su Youtube

 

 

 

 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi