Feedback, non chiamateli rifiuti

L'ennesimo esperimento riuscito contro lo spreco alimentare.
                
 
La Grande Mela, con il festival Feedback-feeding the 5000 NYC, ha ottenuto un successo straordinario. Migliaia di persone hanno mangiato gratis con cibo che altrimenti sarebbe finito nella spazzatura. Altri 5000 pasti sono poi stati destinati nelle mense per aiutare i bisognosi.
 
             
 
Il festival si è svolto all'insegna della sensibilizzazione al tema dello spreco di cibo, con un fitto programma di eventi. Obiettivo? Far comprendere che, con tutto ciò che finisce nel cestino, potrebbero essere sfamate un gran numero di persone. Gli ingredienti utilizzati corrispondevano infatti al surplus della grande distribuzione; ad esempio, sono stati offerti biscotti preparati con farina di mandorle come prodotto di scarto della produzione; un gruppo di chef ha organizzato dimostrazioni per recuperare cibo che rischiava di essere gettato dai supermercati.
 
Altre manifestazioni di questo tipo stanno prendendo piede in tutto il  mondo. Alcuni sono già stati organizzati con successo a Parigi ed Amsterdam. Pare che il mondo stia diventando sempre più sensibile a determinati argomenti, prova ne siano iniziative come i frigoriferi  solidali o le tante app contro lo spreco di cibo. Spesso sarebbe sufficiente essere informati per capire che certi ingredienti possono tranquillamente essere riutilizzati, nelle insalate, nelle minestre, per aromatizzare altri cibi.
 
La speranza è che soprattutto le grandi catene creino contatti proficui e filiere solidali per evitare questo schiaffo alla povertà.
 
 
 
 
Ti è piaciuto quest'articolo? Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi