Etichette 2.0 e sistema touch: ecco a voi il supermercato del futuro

Cartellini all'avanguardia, che informano su origine, valori nutrizionali ed eventuale presenza di fattori allergizzanti. 

Vuoi sapere quanti grassi contiene un pacco di patatine in busta? Basta scansionare il codice a barre e uno schermo risponde. Da dove arriva il pollo che stai comprando, se è stato allevato in maniera eco-sostenibile? Il totem vi dirà anche questo. Nel supermercato del futuro un computer ci comunica come smaltire correttamente i rifiuti e dispensa persino consigli culinari sul prodotto acquistato. In poche parole rende il consumatore più attento e consapevole.  

La spesa 2.0 si fa al Bicocca Village a Milano. Il progetto nasce da una collaborazione tra due big della tecnologia, Accenture e Microsoft, che hanno dato vita alla joint venture Avanade. I due colossi hanno aiutato la Coop a implementare hardware e software e sviluppare funzionamento ed estetica dei touch point. Un progetto che stavano già "incubando" durante l'Expo 2015.  Il risultato è Microsoft Azure, piattaforma cloud replicabile in un ampio numero di negozi. L’idea è partita dallo studio Carlo Ratti, professore del MIT.

Un connubio perfetto tra mondo fisico e digitale, in un ambiente accogliente e innovativo. Personalizzazione dei servizi e accesso ad informazioni approfondite per rendere il consumatore sempre più consapevole, attento al proprio benessere e perché no, anche a quello ambientale. Una tecnologia che si mette al servizio dell’uomo, senza provare a sostituirlo. 

 

 

di Irene Caltabiano

 

 

ISCRIVITI al canale YouTube

 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi