Effetto Zeigarnik contro Procrastinazione: chi la spunterà?

Domani è un altro giorno

procrastinare-1Un altro giorno in cui potrò organizzare le cose al meglio, riuscirò a far la spesa, andare a quella prima lezione di Tai-chi, informarmi per le vacanze estive, pulire la casa, andare dal parrucchiere, cucinare per le cinquanta persone del pranzo della domenica.

Chissà perché ho sensazione che molti di noi sappiano come andrà a finire questa storia.  Maratona di serie su Netflix dalle dieci del mattino…ed è subito sera.

Anche voi siete vittime della procrastinazione? Forse spiegarvi l’effetto Zeigarnik potrebbe giovarvi…

Cos’è l'effetto Zeigarnik?

bluma-zeigarnikNo, non si tratta del nuovo nemico di Spiderman ma è il nome della psicologa lituana Bluma Zeigarnik.

Cosa c’entra questa simpatica e interessante giovane con il nome da fumetto con la procrastinazione?  Ha teorizzato l’ominimo effetto che ci viene in aiuto quando pigrizia e demoni auto-sabotatori stanno prendendo il sopravvento.

 

L’esperimento

Bluma, seduta in un ristorante di Vienna all’inizio del secolo scorso, notò uno strano comportamento da parte dei camerieri. Ognuno di loro sembrava ricordare perfettamente gli ordini da servire, dimenticandosene immediatamente dopo che i piatti erano stati portati ai tavoli. 

camerieri

Tale strano comportamento stimoló la curiosità di Mrs Zeigarnik,spingendola a chiedersi perchè avvenisse e realizzando un esperimento simile e contrario in laboratorio. La psicologa russa chiese ai suoi partecipanti di svolgere una ventina di semplici compiti: risolvere puzzles, cruciverba, realizzare collanine, attività poco complicate.

La dottoressa distraeva ogni tanto i suoi partecipanti, scrivendo sul taccuino i compiti che stavano svolgendo quando li interrompeva. Alla fine risultò che il campione di individui coinvolto ricordava meglio gli incarichi che era stato costretto a sospendere che quelli portati a termine. 

Cosa c’entra la procrastinazione? 

procrastinazionePensate alla vostra serie preferita. Non vedete l’ora che esca la seconda stagione per sapere come va a finire, giusto? Oppure: avete mai pensato che a fine giornata tendiamo a ricordare  le attività che ancora dobbiamo terminare piuttosto che il contrario?

Bluma ha voluto dimostrare come essere tenuti sulle spine funzioni sempre. Quando una persona inizia una determinata attività, è molto più propensa a portarla a termine.

Quindi? Non stare troppo a pensare al perché e per come. Semplicemente inizia. Sennò potresti diventare vittima della procrastinazione statica, l’infame tendenza a rimandare sempre e non cominciare mai.

Vedrai che a poco a poco, anche nei giorni in cui si è meno motivati e svogliati, si va avanti, un passo alla volta. Ogni grande storia in fondo…parte sempre dall’inizio.

di Irene Caltabiano

 

 

 
 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi