Ecco perchè l'amicizia tra donne è diversa da quella fra uomini

Noi donne lo sappiamo.

Anche se litighiamo spesso, ascoltiamo sfoghi continui sugli stessi argomenti, tolleriamo i difetti reciproci, abbiamo una sola certezza: non possiamo vivere senza le nostre amiche. Tempo, distanze e scelte di vita non contano se il rapporto è genuino.

Una bella chiacchierata o un’uscita con gli amici hanno il potere di farci sentire bene. Studi dimostrano che il benessere dettato dallo stare in loro compagnia sarebbe persino superiore a quello regalato dalle relazioni familiari. L’amicizia ha infatti un forte impatto sul nostro benessere fisico e psicologico. 

Soprattutto noi ragazze ci rivolgiamo alle amiche sia nei momenti di gioia che di difficoltà, trovando la forza  per superare limiti e problemi. Durante le nostre conversazioni compiamo lunghe analisi in cui ciascuna regala il proprio punto di vista e spesso giungiamo insieme alle soluzioni. Un rapporto spesso incomprensibile agli uomini, che hanno un concetto dell’amicizia diverso.

Uomini, donne e il potere dello stress

Tutto dipenderebbe dalla differente gestione dello stress. Quando una persona è preoccupata, il cervello attiva automaticamente un meccanismo di fuga, liberando ormoni come il cortisolo. L’ossitocina, altro ormone secreto in risposta all'ansia, viene rilasciato sia da donne che da uomini. Solo che, se nelle prime porta a placare il senso di inquietudine cercando il confronto, per i maschietti la situazione è differente. Gli uomini, sottoposti a stress, rilasciano alti livelli di testosterone, che neutralizza l’effetto calmante dell’ossitocina, supportata invece dagli estrogeni. Il rilascio di quest'ultima rende le femminucce più propense a socialità e condivisione. 

Non tutto perciò è questione di genere. Una delle differenze più elementari nel comportamento tra i due sessi sarebbe una faccenda scientifica. 

L’amicizia è un farmaco naturale

Curiosità? Uno studio sulle donne malate di tumore ha permesso di verificare che quelle con un maggior numero di amiche erano più propense alla guarigione. Curiosamente le condizioni delle pazienti miglioravano nettamente all’aumentare del contatto con quest’ultime. Circondarsi di amici dunque non è solo un toccasana per la mente, ma anche per il nostro sistema immunitario. E anche i maschietti forse, anziché chiudersi in sé stessi e fare i duri dovrebbero imparare un po’ più da noi. Confidarsi non significa essere meno forti, anzi. Perciò provate a tenere a bada il testosterone. 

 

di Irene Caltabiano

 

 
 
 
 
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi