Ecco perché in Danimarca è la mamma a chiederti di fare sesso…

I danesi sono fortunati. Il welfare pubblico, infatti, è uno dei più efficienti d’Europa; il governo offre un robusto sostegno economico ai cittadini. Tuttavia, i soldi non piovono dal cielo, e per “alimentare” il sistema previdenziale è necessario che ci sia un congruo numero di persone che versano le tasse. E questo, tradotto in parole povere, significa fare figli. Negli anni scorsi il tasso di natalità si è notevolmente ridotto, così nel 2015 è stata lanciata una campagna ad hoc. Lo slogan? “Fatelo per mamma”.
Bando ai luoghi comuni. I genitori danesi desiderano diventare nonni così come i “colleghi” italiani. Perciò, quando la compagnia locale Spies Travels si è accorta che, a partire dagli anni Settanta, i clienti sono diminuiti in modo costante e sostanziale, ha deciso di correre ai ripari facendo leva su questo bisogno latente di dare affetto. Lo spot mostra non solo l’aspirante nonna intenta a immaginare di prendersi cura del futuro nipotino, ma anche mentre aiuta la figlia a diventare mamma.
«In vacanza l'attrazione sessuale aumenta, dedicatevi un viaggio al sole, fatelo per vostra madre», suggerisce Spies Travels. L’ideale è regalarsi un bel viaggio a Parigi, la città degli innamorati, o in luoghi assolati – nonché “ad alta attività procreativa” come Mallorca, Canarie o Turchia. Da evitare, invece, le escursioni in tenda e sacco a pelo, perché potrebbero scatenare discussioni all’interno della coppia. Dati alla mano, circa il 10% dei bambini danesi viene concepito durante un periodo di relax all’estero. 
E il 2016 sembra essere iniziato con il piede giusto. Se per l’efficacia comunicativa della campagna o per l’uscita del Paese dalla crisi al momento non è dato saperlo. Nei primi tre mesi dell’anno, comunque, sono state registrate 1.000 nascite, e per l’estate se ne prevedono altre 1.200. Così ospedali e cliniche si stanno preparando attraverso un ampliamento dell’organico. Se questo andamento dovesse confermarsi, a dicembre la Danimarca avrà un boom demografico pari a circa 60.000 nuovi cittadini (+10%).

I danesi sono fortunati. Il welfare pubblico, infatti, è uno dei più efficienti d’Europa; il governo offre un robusto sostegno economico ai cittadini. Tuttavia, i soldi non piovono dal cielo, e per “alimentare” il sistema previdenziale è necessario che ci sia un congruo numero di persone che versano le tasse. E questo, tradotto in parole povere, significa fare figli. Negli anni scorsi il tasso di natalità si è notevolmente ridotto, così nel 2015 è stata lanciata una campagna ad hoc. Lo slogan? “Fatelo per mamma”.

 

Bando ai luoghi comuni. I genitori danesi desiderano diventare nonni così come i “colleghi” italiani. Perciò, quando la compagnia locale Spies Travels si è accorta che, a partire dagli anni Settanta, i clienti sono diminuiti in modo costante e sostanziale, ha deciso di correre ai ripari facendo leva su questo bisogno latente di dare affetto. Lo spot mostra non solo l’aspirante nonna intenta a immaginare di prendersi cura del futuro nipotino, ma anche mentre aiuta la figlia a diventare mamma.

Il tuo segno è sessualmente compatibile con quello del tuo partner?

 

«In vacanza l'attrazione sessuale aumenta, dedicatevi un viaggio al sole, fatelo per vostra madre», suggerisce Spies Travels. L’ideale è regalarsi un bel viaggio a Parigi, la città degli innamorati, o in luoghi assolati – nonché “ad alta attività procreativa” come Mallorca, Canarie o Turchia. Da evitare, invece, le escursioni in tenda e sacco a pelo, perché potrebbero scatenare discussioni all’interno della coppia. Dati alla mano, circa il 10% dei bambini danesi viene concepito durante un periodo di relax all’estero.

E il 2016 sembra essere iniziato con il piede giusto. Se per l’efficacia comunicativa della campagna o per l’uscita del Paese dalla crisi al momento non è dato saperlo. Nei primi tre mesi dell’anno, comunque, sono state registrate 1.000 nascite, e per l’estate se ne prevedono altre 1.200. Così ospedali e cliniche si stanno preparando attraverso un ampliamento dell’organico. Se questo andamento dovesse confermarsi, a dicembre la Danimarca avrà un boom demografico pari a circa 60.000 nuovi cittadini (+10%).

 
 
 

Finalmente potremo dire addio alle coccole!

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi