Con un poco di zucchero la forfora va giù

Ultimamente è allarme continuo su quanto faccia male lo zucchero.

zuccheroTuttavia, secondo la dermatologa Francesca Fusco c’è un caso in cui la dolce polvere può addirittura risultare benefica. Avete mai provato ad aggiungerne un cucchiaino alla vostra dose di shampoo?

Sembra che quest’abitudine, anche nota come co-wash, risulti utile per avere un cuoio capelluto più sano. I granuli, uniti alla consistenza dei prodotti per capelli, regalano alla cute un effetto esfoliante, eliminando la pelle morta e facilitando l’assorbimento del liquido. Uno scrub sicuramente più naturale dei cosmetici in cui vengono inserite micro particelle di plastica.

Mare "mostrum", perchè continuano a tacere sulle microplastiche

Come usare lo zucchero per i capelli

Quando si fa la doccia ne va aggiunto un solo cucchiaio allo shampoo. Il composto elimina cellule morte e accumuli dilavarsi-i -capelli sporcizia, consentendo di pulire a fondo i capelli. Nessuna controindicazione per quanto riguarda l’annidarsi dei granelli nella chioma: lo zucchero, a contatto con l’acqua, si scioglie senza lasciare né traccia né odore. 

Chiaramente non bisogna esagerare: conviene usare questo metodo ogni tre-cinque shampi circa; sfruttato troppo spesso infatti potrebbe risultare aggressivo. Peraltro, è importante scegliere la giusta tipologia di zucchero, come quello di canna da commercio equo e solidale, meno dannoso dello zucchero bianco raffinato.

Provare per credere

di Irene Caltabiano

 

 
 
 
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi