Co-washing: lavare i capelli d'estate

L’estate: il sole, il mare…i capelli pieni di salsedine.

capelli-secchiAcqua salata e sabbia che si infiltra nei capelli creano la necessità di lavare le nostre chiome più spesso del previsto. E usare quotidianamente shampoo e balsamo può risultare aggressivo per la cute.

Ma c’è una soluzione: rendere i capelli puliti e splendenti senza shampoo. Ideale per l’estate e per chi, in generale, ha necessità di lavarli spesso.  

Si chiama cowash e letteralmente significa conditioner only wash. Cioè? Principalmente, zucchero e balsamo. Se a lavare i capelli è utile il secondo, a detergere il cuoio capelluto interverrà lo scrub effettuato dallo zucchero, che pulirà la cute senza aggredirla. 

Normalmente il balsamo si usa per ammorbidire, in questo modo avrà la stessa funzione dello shampoo. 

Lavaggio ideale per chi ha una cute con forfora oppure capelli fini e fragili e deve lavarli frequentemente: scegliere un balsamo  con un buon Inci e certificato ecobio.

Come procedere?

  • un tazzina di zuccheroco-wash
  • una tazzina di balsamo

Mescolare insieme balsamo e zucchero e, dopo aver bagnato i capelli con acqua tiepida, stendere la miscela su tutti i capelli, dalle radici alle punte. Dopo un tempo di posa di circa cinque minuti, risciacquare abbondantemente.

Un’alternativa invece è il gelwash, che potrebbe essere il giusto compromesso per avere capelli idratati e senza crespo: gel di aloe vero, una noce di balsamo, un cucchiaino di miele e mezzo cucchiaio di zucchero.

Mescolare insieme tutti gli ingredienti e, dopo aver bagnato i capelli con acqua tiepida, usate la miscela come fosse uno shampoo, lasciando agire per circa dieci minuti. Poi, risciacquare abbondantemente.

 

Bicarbonato di sodio?

bicarbonato-16Un altro grande classico per lavare i capelli in maniera rapida e naturale è il bicarbonato di sodio. Si può diluire un cucchiaio in un bicchiere di acqua calda. Fare attenzione ad applicare il liquido ottenuto sulle radici dei capelli e non sulle punte.

 Massaggiare accuratamente e poi risciacquare. Successivamente si può usare l’aceto come balsamo: lucida i capelli e l’odore può essere coperto da alcune gocce di olio essenziale.

Insomma, le alternative per preservare  la chioma dalle aggressioni estive ci sono. Il cuoio capelluto sarà salvo e i capelli liberi di risplendere. Ma soprattutto, si inquinerà anche meno. 

irene -caltabiano

di Irene Caltabiano

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi