Avontuur, il lungo viaggio del caffè che risveglia gli animi

Chi va piano va sano e va lontano.

avontuurQuesto proverbio, frutto della saggezza popolare, sembra perdere senso rapportato ai ritmi frenetici della nostra epoca. Sempre produttivi, continuamente al massimo. Sembra che la misura del valore di una persona, di un’azione, non contempli i momenti di calma, di esitazione; più veloce sei, meno dubbi hai, migliore sarà la tua prestazione in qualsiasi campo.

La storia che sto per raccontarvi mi ha fatto ripensare al valore della lentezza relazionata alla cura per qualcuno o qualcosa, a come ricominciare a guardare il tempo come un amico più che come un giudice inesorabile. 

Sole, vento e mare

cornelius-brockermannUna vecchia barca a vela, dell’età di 127 anni. Un capitano coraggioso, Cornelius Bockermann, 57 primavere, alle spalle. Un uomo che, dopo mezza vita passata al timone di navi mercantili , avrebbe potuto godersi tranquillamente la sua pensione. Ma, durante uno di questi viaggi, ha visto con i propri occhi quanto la frenesia umana e la produzione a tutti i costi stiano intaccando la nostra meravigliosa natura. In Australia la barriera corallina si sta disintegrando, il gioiello rubino del mare ha perso le sue sfumature, ridotto a polvere.

Ogni anno il 90% delle merci viene trasportato via navi cargo, bestioni di ferro che bruciano tonnellate di carbonio e sulla cui regolamentazione in termini di inquinamento ci sono ancora pochi limiti, nonostante il tentativo di parlarne alla Conferenza sul clima di Parigi.

avontuur-2Così Cornelius trova una bagnarola che diventerà la sua Avontuur ( Avventura, in olandese). Un’imbarcazione a vela del 1920, rimessa completamente a nuovo, che, dal porto di Hesfelth ( Germania) in poi,  diventerà la sua compagna di viaggio. Destinazione? Honduras. Obiettivo? Trasportare, andata e ritorno, caffè e altri prodotti guidati semplicemente da mare, sole e vento.

Un viaggio ad emissioni zero, con la sola forza di vele e pannelli solari, trasportando i chicchi dalle piantagioni sudamericane alle tavole europee con meno passaggi possibili, all’insegna di un commercio più eco-sostenibile. «L'unico modo per combinare i prodotti biologici e la domanda dei consumatori di un mondo sempre più sostenibile è con un modo più pulito di trasporto. Perché più che un carico, ha spiegato il capitano, dovevano portare "un messaggio". Su quanto consumiamo e quanto inquiniamo per farlo».

 Alcuni produttori hanno accettato la sfida, rimettendoci anche a livello economico; nonostante ciò, hanno scelto comunque di affidare i loro prodotti a un tipo di trasporto a bassissimo impatto ambientale. Ma il circolo virtuoso non finisce qui. La Avontuur è approdata in Germania, nel porto di Brema, il 22 aprile, giorno dell’Earth day. Da lì i sacchi sono stati smistati e trasportati nei magazzini appositi con delle biciclette.

In the name of love

fair-tradeIl tempo però è denaro anche in termini di perdite.  Se trasportare grazie al potere del sole e del vento riduce l’inquinamento, non ha certo un costo indifferente in termini economici. Capitan Cornelius ha speso più di 700mila dollari, i risparmi di una vita, in nome dell’amore per l’ambiente. Attualmente infatti è alla ricerca di investitori e azionisti per il suo progetto. Nel  frattempo decine di volontari hanno creduto al suo sogno di fare una doppia traversata dell’oceano a bordo di questa imbarcazione che tanto somiglia a un’anziana piratessa, forte e saggia, in grado di trasportare 77 tonnellate di merce.

Una goccia nel mare, penseranno in molti. Ma d’altronde "il sognatore è l’unico realista" ( F. Fellini). 

 

di Irene Caltabiano

 

 
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi