Alcune abitudini inconsapevoli che ci rendono più stupidi

Cattive abitudini

benessere1Lo stile di vita che conduciamo ci porta a vivere al massimo, ottimizzando i tempi e riempiendo praticamente qualsiasi minuto libero della nostra esistenza. 

In questa continua corsa ad ostacoli capita di non essere nemmeno presenti a noi stessi e di portare avanti abitudini che rallentano il nostro benessere, non solo fisico, ma anche intellettuale.

Anche se ancora non si ha la certezza di quali siano le reali conseguenze sul cervello di tali comportamenti, è un fatto che chi possiede determinate abitudini  riduce l’efficienza intellettiva.

Mangiare troppi grassi saturi

grassi-saturiIntaccano il sistema cardiovascolare e aumentano i livelli di colesterolo cattivo, compromettendo il corretto funzionamento dell’apparato circolatorio.

 

In questo modo viene compromessa una buona parte dei processi intellettivi, lo stato d’animo peggiora e vengono potenziate le emozioni a carattere negativo.

Non riposare nel modo giusto

dormireIl sonno di qualità è una delle abitudini più importanti per il benessere mentale; fa sì che il tempo di riposo sia ottimale e permette di recuperare al meglio tutte le energie.

Gli studi ci svelano che chi non dorme a sufficienza tende a stancarsi prima nello svolgimento di un’attività, a commettere più errori ed essere più emotivamente instabile.

Dormire bene fa apprendere di più, portandoci a fare meno fatica nel mantenere l’attenzione e aumentare i livelli di forza di volontà.

Il multitasking

multitaskingÈ certamente positivo riuscire a fare più cose contemporaneamente ma è anche vero che il cervello non è progettato per svolgere più compiti contemporaneamente. Le persone si illudono di essere efficaci nel compiere più attività in maniera simultanea, ma in realtà, da un punto di vista cognitivo, il processo di attività rimane sequenziale. 

Guardare troppa televisione

La televisione è un mezzo di intrattenimento popolare, una delle forme di distrazione più economiche, dato lo scarso impiego di energie sia fisiche che mentali comporta. Eppure il prezzo che si paga può essere alto, perché la passività alla quale ci costringe addormenta il cervello.

Consumare troppo zucchero

Lo zucchero è un altro fattore in grado di influenzare il corretto funzionamento del cervello. Un consumo elevato altera la capacità di apprendimento e memorizzazione. Non è un caso che la demenza abbia una maggiore incidenza sulle persone affette da diabete.

Tali abitudini sono in grado di ridurre il quoziente intellettivo. La cosa più intelligente da fare è mantenerle a livelli minimi,  Non si tratta di condurre un regime di vita spartano, quanto piuttosto di prendersi cura di sé stessi per vivere una vita più salutare e piena.

irene-caltabiano

di Irene Caltabiano

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi