A. A. A. comici cercasi. Le assistenti digitali diventeranno più divertenti

I robot non potranno mai giungere alle altezze creative della mente umana.

L'ironia delle assistenti digitali lo dimostra. Avete mai sentito Siri, di casa Apple, che risponde per le rime a un insulto? O Cortana della Microsoft che capisce una battuta? Google si è chiesta come dilettare ancor di più i propri utenti, rendendo i “maggiordomi virtuali”...più divertenti.

Come?

Il colosso di Mountain View ha allargato le sue scuderie assumendo una serie di autori comici, scrittori e sceneggiatori, provenienti da case di produzione illustri come la Pixar ( premio Oscar Inside Out, Toy Story, Up) e The Onion ( famosa rivista satirica statunitense). L'obiettivo è rendere disponibile a tutti una sorta di Supercar tascabile, un compagno digitale con maggior finezza di spirito e intelletto.

Così al lavoro tecnico di programmatori e ingegneri informatici verrà unito il tocco artistico dei professionisti della creatività, messi al servizio della robotica. In questo campo si stanno già facendo passi da gigante.  Ad esempio una start-up di San Francisco ha appena rilasciato Cozmo, un robot che cambia personalità in base al contesto in cui si trova.

Writer, scrittori e sceneggiatori, tranquilli. Nel match uomini contro macchine siamo ancora uno a zero. E non credo che il risultato sia destinato a cambiare nel tempo.

 

 

di Irene Caltabiano

 

ISCRIVITI al canale YouTube

 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi