Happn: Il treno passa sempre due volte

Avete mai sognato di rincontrare l’affascinante intellettualoide che vi ha lanciato un languido sguardo prima di scendere alla sua fermata? O  la ragazza che, sorseggiando il caffè mattutino, vi ha concesso un po’ di attenzione tra uno sbadiglio  e l’altro?
Nell’era di Internet abbiamo perso gusto dell’azzardo, brivido del rischio, coraggio di farsi avanti.  Happn ( fusione tra happen, happy e app) parte da questo presupposto per  dare al destino una seconda possibilità. L’applicazione, sviluppata per Android e Apple,  ha già conquistato oltre due milioni di utenti, aiutando a ritrovare persone incrociate nel mezzo del cammino di nostra vita. 
 
« A differenza di altre piattaforme, Happn  prende spunto dalla vita di tutti i giorni . Grazie alla geo-localizzazione immediata, ti mostra una timeline di gente che hai visto per strada, che era nel tuo stesso posto allo stesso momento» afferma Didier Rappoport, CEO e co-fondatore della piattaforma.
 
Minaccia per la privacy? Il dirigente non è d’accordo. « L’abbiamo progettata per garantire  sicurezza ai nostri iscritti . L’esatta posizione rimane completamente invisibile agli altri membri. Non importa quanto siano vicini a te, l’indicazione che compare è  “ora sono a 250 metri di distanza”, notifica approssimativa di proposito ». In  ogni momento  inoltre è possibile bloccare profili che non interessano o segnalarli in caso di commenti offensivi. L’app è  aperta  a qualsiasi preferenza, eterosessuale o omosessuale.
 
 In soldoni, se la bellona dell’autobus o il figo della metro sono iscritti al servizio, si potrà avere una seconda chance di seduzione. L’idea è partita proprio analizzando l’industria del dating.  Gli ideatori hanno infatti riscontrato che prerogativa di molte piattaforme è un gap tra quello che le persone vogliono, cioè incontrarsi di  presenza, e ciò  che finiscono per fare: chattare e basta.
 
Happn sfrutta il sistema freemium: il servizio è libero ma con opzioni a pagamento. Un like è gratis , un pacchetto da dieci charm  ( notifiche che il destinatario può accettare o ignorare) costa 1, 99 euro, per dire «ciao, mi piaci» bastano 20 centesimi, evitando imbarazzanti guance rosse. Ogni profilo, oltre a foto, età e interessi  mostra numero di volte che avete incrociato quella persona e data e ora del lieto evento. Oltre a far leva sulla nostra timidezza, l’app  si concentra sulla distrazione. Spesso infatti siamo troppo impegnati a guardare cellulare e tablet per accorgerci di chi sta mostrando interesse per noi.  La piattaforma è da poco disponibile anche  in Italia.
 
Sembra che le nostre fantasticherie potranno dunque trasformarsi in reali tête-à-tête. Ma non  sveglierà dal torpore timidi e impacciati.
 
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale youtube >>>
 
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi