Green Ideas

Cinque abitudini per mantenersi in linea senza sforzo

Probabilmente una delle frasi più  sentite al mondo è: «Da lunedì mi metto a dieta!»

dieta-torta

 E, garantito, non solo sono le donne a ripeterlo. Anche per gli uomini i popositi non sono diversi. Sarà perché l’immagine inculcata nella nostra mente è da sempre quella di un fisico perfetto e asciutto. Non dimentichiamo, però,che mantenersi in linea è anche e soprattutto sinonimo di benessere a 360 gradi, dunque salute e prevenzione da probabili patologie.

Ciò che però  ci allontana dal tanto agognato peso forma è la difficoltà nel raggiungerlo. Le domande e i dubbi che riempiono la mente sono numerosi: devo rinunciare a tutto? Non potrò piu mangiare nulla? Non potrò più permettermi alcun dolcetto la domenica?

Sia ben chiaro: raggiungere una linea invidiabile richiede qualche sacrificio. Ma ancora più difficile è riuscire a mantenere il peso forma raggiunto. Ecco 5 abitudini da seguire ogni giorno per garantire una perfetta linea (senza eliminare del tutto alcuni sfizi).

 

condimento1)    Mangiare lentamente: sembra strano ma masticare con calma piccoli bocconi sminuzzando finemente il cibo, migliora innanzitutto la digestione ed elimina pesantezza di stomaco e fastidioso senso di gonfiore ( molto comune soprattutto tra noi donne).

2)    Attenzione ai condimenti: eh si, attenzione a non usare in cucina condimenti come margarina, burro, strutto, lardo. Meglio concedersi ottimo olio extra vergine di oliva, che oltre a insaporire la vostra pietanza, ha numerosi effetti benefici per la salute del cuore.

3)    Non saltare i pasti: erroneamente si pensa che, saltando un pasto, si dimagrisca. Ebbene, non è cosi. Innanzitutto il nostro corpo necessita di energie che derivano dai pasti e che devono essere equamente distribuite durante l’arco della giornata. 

Inoltre, inconsciamente, quando si salta un pasto si ha l’impressione di resistere fino a quello successivo. Ma, se prestiamo attenzione, sicuramente noteremo che qua e là ogni tanto sfugge un assaggino. Infine, mai arrivare ad un pasto molto affamati, c è il rischio di svuotare il frigorifero e non riuscire a mangiare “solo” il cibo preparato per quel determinato pasto.

saltare-pasti4)    Fare attività fisica: è il miglior modo per tenersi in forma, insieme ad una sana alimentazione. Che sia una camminata a passo svelto o una seduta in palestra, la cosa piu importante è “muoversi”, alzarsi dalla sedia e liberare la mente da ogni pensiero.

5)    Il famoso giorno libero: è molto importante lasciarsi durante la settimana un giorno libero. Ma libero da cosa? Dalla bilancia che pesa i pasti, dall’ansia di non entrare nei pantaloni. In quel giorno bisogna ritrovare il piacere dello stare a tavola,  ricaricare le energie e la motivazione a ricominciare l’indomani con un nuovo percorso di salute e benessere.

Il mio consiglio? Non fate diventare la linea il centro del vostro mondo. È bene controllare periodicamente il proprio peso, per avere consapevolezza del vostro corpo, senza però farlo diventare un pensiero fisso. Il deve essere un vostro alleato, non un nemico.

E ricordate: la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

 

di Marina Putzolu

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

La REcyclerie, il riciclaggio si fa romantico

Sarà l’aria francese e l’atmosfera vintage.

recyclerie-1La Recyclerie sembra un luogo magico, fuori dal tempo. Anche se siamo nel cuore di Parigi, a pochi passi dal mercato delle Pulci di Porte de Clignancourt, al numero trenta dell'omonima via.

La vecchia stazione ferroviaria di Ornano, chiusa ai viaggiatori dal 1934, è stata recuperata diventando crocevia di cultura, confronto sulla sostenibilità ambientale e riciclo. Uno spazio all’insegna del verde, sull’onda lunga dei Repair Cafè che stanno nascendo in tutto il mondo.

Tra buon cibo e vivere verde

recyclerie-2

Già il posto dove sorge la Recyclerie è l’emblema del del riportare a nuova vita ciò che era abbandonato alle intemperie econdannato al disuso. Oggi la stazione è diventata una mensa, un bar, un centro che pullula di persone che vogliono vivere all’insegna delle tre R: riuso, riciclo, riduco.

 

Il Cafè cantine offre prodotti assolutamente freschi, di produzione locale e a prezzi modici (dagli otto ai quindici euro), con vasta scelta tra menu classici, vegetariani e vegani ( almeno tre piatti al giorno). Verdure, ortaggi, latte, formaggi arrivano dritti dall’orto e dalla fattoria presenti nello spazio esterno.

recyclerie-5E, tra un caffè e un the glacè, una serie di eventi quali laboratori per la riparazione di piccoli elettrodomestici, corsi di cosmesi naturale, riciclo di oggetti, giardinaggio e mostre artistiche. Per chi invece volesse semplicemente godere della compagnia di un buon libro, la biblioteca è sempre aperta per prendere in prestito saggi, romanzi o libri di qualsiasi tipo.

RE-USE for good, la prima bottega dove tutto è gratis

La fattoria inoltre ha due sistemi di compostaggio, quattro alveari con produzione autonoma di miele e un sistema di irrigazione idroponico, cioè fuori suolo. La gestione va avanti grazie ai ricavi delle iscrizioni ( l’associazione conta oggi quasi 500 membri) e partenariati finanziari.

Modi intelligenti per recuperare le strutture e combattere il consumismo che ci sta fagocitando. Che sia di fronte a un drink per una chiacchierata in tutta calma o riparando un frigorifero. 

irene-caltabiano

 

di  Irene Caltabiano

 

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

Cinque buoni motivi per mangiare la farina di kamut

La farina di kamut 

farina-di-kamutIn realtà sarebbe più corretto chiamarla farina di grano khorasan. Kamut, infatti, è un marchio registrato nel 1990 all’Ufficio Marchi e Brevetti. Il brand è garanzia di assenza di OGM (organismi geneticamente modificati) e certificato di derivazione dalla varietà originale del grano khorasan.

Ecco cinque buoni motivi per consumarla:

1)    È tollerata da chi ha bassa sensibilità al glutine

Coloro che soffrono di Gluten Sensitivity hanno mostrato di  digerire meglio questa varietà di farina, in relazione al tipo di glutine presente e ai suoi effetti sulla mucosa intestinale. Ovviamente, contenendo la sostanza collosa, è sempre sconsigliato il suo consumo per soggetti celiaci.

 

2)    Ha un alto contenuto in minerali.

pane-kamutBuona fonte di minerali quali zinco, fosforo, magnesio, selenio e rame, importanti per numerose funzioni fisiologiche. Sono infatti fondamentali per il mantenimento di funzioni metaboliche, capacità cognitive e salute cardio-vascolare.

3)    Buon contenuto in fibre

Un valido aiuto per la funzionalità del nostro intestino. Aiuta il nostro organismo nella regolarizzazione e nel mantenimento del benessere intestinale. Riduce il senso di gonfiore addominale e la comparsa di meteorismo.

4)    Proprietà antiossidanti

pasta-di-kamutGrazie alla presenza di carotenoidi (pigmenti che donano il colore dorato alla farina) e fenoli viene assicurata una protezione nei confronti dello stress ossidativo.

5)    Ottima per la pastificazione

Grazie al suo alto contenuto in fibre, risulta adatta per i processi di lavorazione della pasta. Ma non solo; oggi è molto facile poter scegliere in pizzeria impasti ottenuti con farina di Kamut, che risultano, per alcuni soggetti, più digeribili di altre tipologie.

Il mio consiglio? Variare sempre le tipologie di farina utilizzata, in modo da poter godere di tutte le proprietà che ciascun grano ha. E ricordate che la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

marina-putzolu

di Marina Putzolu

Biologa e nutrizionista

 
 
 

google playSeguici anche su Google Edicola »

Continua...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi