HIRIS, indossa il computer che ti dice come stai … e non solo

«Ogni idea ha inizio con un bisogno … o un problema da risolvere. La mia vita nel 21esimo secolo dipende profondamente dalla tecnologia che mi circonda. Proprio come molti di voi, voglio poter godere delle funzionalità della tecnologia, massimizzando la loro utilità nella mia vita digitale». Inizia così il racconto di Marco Gaudina, CEO & founder di Circle Garage, startup genovese che, grazie al crowdfunding, ha finanziato HIRIS. Questo dispositivo da polso è assolutamente versatile, in quanto consente di controllare non solo funzioni corporee come il sonno e il recupero muscolare a seguito di un infortunio, ma anche attività esterne come il volume di una canzone e l’accensione o spegnimento della luce.
 
«Sento il bisogno di facilitare l’interazione tra me e i miei dispositivi elettronici, e questo, credo, voglia dire migliorare la mia vita e, spero, la vita di molti altri», prosegue Gaudina. Circle Garage è nata il 20 maggio 2013. All’epoca c’era solo una stanza, una scrivania e quattro persone. In pochi, forse, in quel momento avrebbero scommesso sul fatto che la sua creatura sarebbe stata capace, tra le altre cose, di comandare i droni

Francesca Garrisi

 
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi