L’amore ha l'amore come solo argomento

L’amore non conosce una forma prefissata, perchè l'amore va oltre la forma stessa. Dunque,perchè se andiamo al parco molta gente resta scioccata, sconcertata, addirittura disgustata da una coppia omosessuale? L'amore va oltre il sesso, ed è ridicolo che ai giorni nostri, ancora certe "restrizioni sociali" non siano state superate.
 
È come se ormai un po' tutti, si stessero abituando a quest'ottica, caratterizzata da una vera e propria omofobia, e sicuramente non fa onore a nessuno. Tutti si professano cittadini, uomini "dalle ampie vedute" eppure esiste ancora gente che si scandalizza di fronte all'amore omosessuale, il che non è solo bigotto, ma anche anti-etico. 
 
Sicuramente l'argomento è molto delicato, e moltissima gente non sarà d'accordo con ciò che scrivo, con il mio pensiero; molto probabilmente la maggior parte di questa gente è cattolica. Quante volte si sente dire : "non è normale, Dio ha creato l'uomo e la donna, perchè l'amore dev'essere solo in questa forma". 
Chi stabilisce cosa è normale? Anzi a coloro che si professano cattolici, a coloro che  dicono di volere il bene verso il prossimo, io chiedo : non è forse Dio che nella vostra concezione ha creato noi tutti, e di conseguenza, anche il modo che ognuno di noi ha di amare?
 
Ad ogni modo, fortunatamente in Paesi come la Spagna e l'America, è stato legalizzato non solo il matrimonio omosessuale, ma anche l'adozione per una coppia gay. Per quel che mi riguarda, è qualcosa di meraviglioso. Tuttavia, specialmente sul secondo tema, le obiezioni sono moltissime. Il punto è: la cosa più importante, per un bambino adottato non è forse ricevere amore? Inoltre come ogni coppia etero, dalla mentalità non bigotta, insegnerebbe al proprio figlio che l'amore esiste in ogni forma, la stessa cosa farebbe una coppia omosessuale, presentando al figlio la concezione che non c'è un amore "giusto" o "sbagliato", che ne esistono più sfaccettature e di conseguenza il bambino non crescerà in maniera confusa.
 
Il mio intento non è quello di fare una sorta di "morale" a chi legge l'articolo, anche perchè chi ha una veduta omofoba non è altro che gente bigotta,ed è risaputo che tale gente, proprio perchè bigotta difficilmente cambia idea, e difficilmente accetta obiezioni al proprio pensiero, quando in realtà chi ci muove delle critiche, chi ci contrasta in maniera costruttiva può soltanto arricchirci. Dunque vorrei piuttosto far riflettere chi appunto è aperto al confronto, e soprattutto spezzare una lancia a favore di chi sa con certezza,che non è certo l'omosessualità che va contrastata, che non è caratterizzata da una sorta di "gravità", e che anzi non è altro che la conferma, della vera bellezza dell'amore che conosce ogni genere di forma.

 

di Carlotta Longombardo

Seguici su