Indimenticabile Monica

 
Il 3 Novembre del 1931 nasceva a Roma una delle più grandi attrici del cinema italiano: Maria Luisa Ceciarelli, in arte Monica Vitti.  Il giovane talento si diploma all’Accademia Silvio D’amico e nel 1959 esordisce sul grande schermo, diventando in breve tempo la musa di Michelangelo Antonioni. Insieme girano quattro film: L’avventura (1960), La notte, L’eclisse (1961) e Deserto rosso (1964). La scena cinematografica nazionale vive un momento d’oro, anche grazie alle sue interpretazioni. 
 
La sua verve di interprete completa, capace di recitare sia in ruoli drammatici che comici, si conferma nelle pellicole in cui collabora con Alberto Sordi, a cui era legata da una profonda amicizia. Film come Amore mio aiutami (1969) o Io so che tu sai che io so (1982) regalano una vera e propria fotografia di vent’anni di società italiana.
 
Nel 1995 le viene assegnato il Leone d’Oro al Festival del Cinema di Venezia, momento importante per la sua carriera. A causa di una malattia simile all’Alzheimer si è da tempo ritirata a vita privata. Il pubblico dimentica in fretta,  ma è impossibile cancellare quest’icona del cinema nostrano e internazionale.
 
 
Monica Vitti in una memorabile scena del film L'eclisse..guarda il video!
 

Leggi anche: