Il Marketing è Educazione

Ho studiato per anni economia, l’informatica e il marketing, apparentemente sembra che queste tre discipline non abbiano nulla in comune, giusto? E’ quello che pensano in molti e lo pensavo anche io. Ma ormai più di qualche anno fa mi resi conto della sintesi straordinaria.
Fu come unire i puntini della vita direbbe Jobs (si lo so mi sto  paragonando al grande CEO della mela,ma era solo per rendere il concetto :))
La sintesi è questa: Il marketing è educazione, (e ormai il marketing lo si fa per lo più online)
Si tratta di educare i tuoi potenziali clienti a sceglierti!
Il marketing è educazione perchè ogni volta che si fa una campagna pubblicitaria su web quello che si cerca di fare, in realtà, è educare il potenziale cliente a scegliere te anzichè un tuo competitor.
 
Devi raccontare la storia della tua azienda?
Devi creare un racconto in cui le persone si identifichino nel tuo prodotto, di come le caratteristiche del tuo prodotto soddisfano un bisogno emozionale del tuo pubblico, Devi mostrare i tuoi ideali i tuoi valori, i valori del tuo brand direbbe Kotler in Marketing 3.0. Tutto questo ha una natura educativa, poichè “educhi” i tuoi clienti a scegliere proprio te.
La base di tutto secondo me rimane sempre la comunicazione persuasiva della scuola di palo alto di maestri come P. Watzlawick, M. Erikson etc..
 
Guardando i miei figli crescere e stupirsi di come scoprono il mondo, mi rendo sempre più conto di come le persone apprendono che esistano delle cose che soddisfano i loro bisogni meglio di altre. E’ sconvolgente vedere come certe scelte che facciamo siano il risultato di un apprendimento.
Lavorando da oltre 10 anni nel campo del marketing online ho avuto modo di seguire molti progetti, e il filo conduttore è sempre lo stesso: difficilmente riuscirai a convincere un cliente a comprare al primo tentativo, questo accade...ma di solito il potenziale cliente va accompagnato nel percorso educativo che lo porta a scoprire come il tuo prodotto risponda alle sue esigenze (emozionali) meglio di altri prodotti.
 
Questo è quello che si chiama processo di Nurturing.
Il Nurturing lo si può fare tramite email,  tramite  social network o tramite qualunque altra cosa la tecnologia ci metterà a disposizione ma il concetto, è sempre lo stesso educare il tuo cliente a scegliere la tua soluzione.
Tutte le aziende più grandi al mondo hanno fatto questo, hanno educato i loro clienti a sceglierli. Ad esempio, io adoro il marketing di Apple: se riesce a convincere una persona a comprare un carica batteria a 80€ significa che hai creato dei fan.
 
Il marketing è educazione…. quasi “indottrinamento” in alcuni casi.
Un’ azienda veramente ricca non ha mai clienti ma fan (per esempio le squadre di calcio), persone legate in modo emotivamente forte al loro marchio. L’apprendimento avviene quasi sempre a livello emotivo non solo cognitivo, chi si intende di neorologia ci insegna che sono due le chiavi che rendono permanente un nuovo apprendimento, la ripetizione e l’intensità emotiva
Questi sono gli stessi principi del marketing:un messaggio deve essere ad alta intensità emotiva e deve essere ripetuto più volte; è solo cosi che riusciamo ad occupare un posto nella mente delle persone.
 
Attraverso piattaforme di advertising come Facebook oggi è possibile selezionare un audience e decidere quante volte quella audience deve vedere il nostro messaggio. Il web si sposa in pieno con le moderne esigenze di marketing/educativo
 
Ed ecco perché credo che il marketing sia un prodotto educativo!
 
Edoardo

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi