I tedeschi ci hanno rubato il primato del tarocco

La tedesca Volkswagen, proprietaria di marchi prestigiosi come Audi, Porsche e Volskwaken è su tutti i giornali per aver taroccato il sistema di emissioni di 11 milioni di autovetture. E adesso?

Ma come, non era previsto che un gruppo di "crucchi" ci fregasse brevetto. 
In un primo momento ho pensato che il capo ingegnere del sistema di emissioni della gamma marmitte della mega società tedesca fosse napoletano. Ma purtroppo no! Si chiama Martin Winterkorn, e non ha neanche origini italiane. Peccato!

Ma in cosa consiste questo tarocco alla tedesca? Niente di che. In pratica il software restituiva informazioni di un auto ferma anziché in movimento. Come se fosse in test. Il computer tirava fuori il certificato e via. 
Ma chi è preposto al controllo del codesto "certificato di emissioni"? L'ADAC. Un equivalente della nostra ACI.

Ma ad accorgersene del "tarocchino" è stata l'EPA, che è l'agenzia dell'ambiente federale USA. 
In pratica, sembra che le Audi, le Porsche ecc, a diesel, esportate in America, e soggette al controllo dell'EPA, abbiano fatto scoprire il "misfatto made in Deutschland"!

Detto tra di noi, al dilà della figuraccia mondiale, con un titolo che in 3 giorni ha perso il 30%, trascinando al ribasso anche Fiat & co., questo tarocco è una buona notizia: "sarebbe la prima volta che esportiamo qualcosa all'estero"! Peccato che non l'hanno ancora imparato bene. Ma con il tempo, si sa, si potrà fare meglio.

Comunque il mondo del tarocco in Europa si sta diffondendo anche in altri paesi.
Ecco il video della TV Belga che riprende i Carri Attrezzi Taroccati per rubare auto. W l'Europa!

Duccio