Voglio essere uno Sfinzer! Ma è un vero lavoro?

Anche se ad oggi possiamo ritenerci fortunati ad avere un lavoro, per molti arrivare a fine mese col proprio stipendio è diventata un’ardua impresa. Nei centri urbani ma oramai anche nei piccoli paesi “il necessario” per sopravvivere non basta più. Serve l’auto, la moto, il computer e allora cosa fare per respirare un pò?
 
All’estero è da tempo che esistono i” mini job” o lavoretti che danno la possibilità di arrotondare lo stipendio senza troppo stress e velocemente.
 
Ne elencheremo 10 tratti dalla rivista Vanity Fair in un articolo del 19/2/2015
 
1. Scrivere per il marketplace O2O.
Si tratta di un sito di contenuti sul quale previa registrazione si possono scrivere articoli su argomenti attinenti al lavoro, cinema, cucina, soldi ecc... Il contenuto, prima della pubblicazione, deve essere approvato dal team di O2O (non è difficilissimo) e quando il credito maturato sarà di almeno 25 euro, potrà essere riscosso. I pagamenti variano, in base ad alcuni parametri ben spiegati sul sito (il compenso medio è sui 4,76 euro).
 
2. Fare il controllore.
Scaricando l'app BeMyEye, potremo diventare “occhi” di chi è da un'altra parte. Facciamo un esempio: un produttore di pasta vuole sapere com'è effettivamente esposto il suo prodotto in un determinato supermercato, allora quello che si chiede è che si vada a fotografargli scaffali e che si descriva la situazione. Vengono mandati degli alert sui lavori disponibili e si aggiudica il lavoro chi lo prenota per primo (conviene prenotarsi solo se si è in zona). Il  compenso si aggira sui 10 euro a "spedizione".
 
3. Vendere i libri usati.
Basta accumulo. Si legge un libro, e poi? Lo si tiene per i posteri che tanto leggeranno solo sugli e-reader? Meglio incassare subito: il mercato del libro usato ha ancora un buon seguito. In Italia c'è il Libraccio, che funziona benissimo, ma onestamente ritira solo libri abbastanza recenti o vere chicche. C'è invece un sito che fa incetta: è Cash4books. Vi sarà richiesto di fornire le 10 cifre ISBN (quelle del codice a barre) e il sito valuterà in un attimo il prezzo del volume che volete vendere. Se sono interessati, la spedizione la pagano loro e in un paio di settimane a voi arriverà un assegno postale o un bonifico sul conto Paypal. Funziona.
 
4. Inventare una app.
Alzi la mano chi non ha uno smartphone. Alzi la mano chi non ha mai scaricato una app. Bene, siamo dunque certi che la richiesta sul mercato c'è. E allora perché non provarci? Non serve essere sviluppatori altamente specializzati: oggi ci sono diversi supporti su Internet che ne facilitano la realizzazione, rendendola accessibile praticamente a tutti: Good Barber, Como o  Corona SDK per esempio. Seguendo passo passo quello che vi dicono, arriverete a montarne una da soli. Se è l'idea vincente (vedi CandyCrush, vedi Ruzzle, vedi Whatsapp...) può cambiarvi la vita, altrimenti guadagnerete quel che meritate! Google, Apple e Microsoft per la vendita sui loro marketplace si tengono il 30%, il resto va a voi. Vi servisse un ulteriore supporto, leggete "Objective-C. Il primo passo per creare applicazioni per i Phone, iPad, Mac" di Massimiliano Bigatti (Apogeo).
 
5. Partecipare a una trasmissione in tv.
Ma chi lo sa: magari toccano a voi proprio quei 500mila euro che vedete rimbalzare, di giorno in giorno, nel quiz preserata. Mai dire mai. Una premessa, però: la fase di selezione è lunga e prevede di solito un test telefonico e un test video, e poi comunque c'è spesso la noia della trasferta (anche se si riceve un rimborso spese). Comunque può essere divertente e rompe la routine. Oltre ai quiz ci sono anche i vari talent, le comparsate nelle trasmissioni... La casa di produzione Magnolia fa spesso casting aperti e interessanti.
 
6. Diventare uno Sfinzer.
Strano nome, ovvero? Uno "sfinzer" è un lavoratore part time, un pensionato, una mamma che ha del tempo libero o un professionista che vuole fare anche altro rispetto a quello che fa. C'è un sito italiano, Sfinz, dove ognuno ha un proprio profilo personale e si candida per una serie di lavoretti che sa fare (torte, idraulica, falegnameria, dog-sitter... qualsiasi cosa), non appena un altro utente inserirà una richiesta in quell'ambito professionale, si riceverà una notifica via email e si farà la propria offerta per "aggiudicarsi" il lavoro. Può essere il "prolungamento" del mestiere che già si fa oppure qualcosa che si fa per hobby e che invece si avrebbe intenzione di trasformare in qualcosa di redditizio. Interessante.
 
7. L'artigiano on line.
Etsy.com è un esempio eclatante: se siete capaci di fare qualcosa di manuale, siano gioielli, maglioni tricot, borse in pelle, T-shirt colorate, décor per la casa o quant'altro, qui potete metterli in vendita. Come volete e quanto volete. Chiaro che viene premiata la creatività e la bellezza del progetto. Non sono poche le storie di successo di persone che poi hanno deciso di fare di Etsy il loro lavoro principale.
 
8. Testare i software.
Provate con Passbrains.com, una società svizzera di software testing. Potete iscrivervi come tester e, in base al progetto, potete essere scelti come "cavie". Per iniziare a lavorare bisogna però avere qualche requisito necessario: non foss'altro conoscere bene l'inglese!
 
9. Mistery shopper.
Intanto, sapete che cos'è il "mystery shopping"? In italiano: “acquisti in incognito”. È una pratica di marketing messa a punto dalle grandi organizzazioni per tenere sotto controllo le proprie procedure e la sddisfazione dei propri clienti. Per provarci potete rivolgervi a Mystery Client che offre diverse opportunità sul campo.
 
10. Vendere le proprie foto.
Ora, tra Instagram, i selfie e le migliaia di app, sembra che tutti si sia diventati un po' fotografi. Alcuni, tra filtri e postproduzione creano immagini onestamente belle, quasi da professionisti. Bene, oltre a tenere le fotografie nel vostro smartphone, potete caricarle su Scoop Shot: lì verranno messe in vendita (a prezzi "democratici", sui 12 $). Viene indicato il nome dell'autore, la città e il mezzo con cui si è scattata l'immagine. Si guadagna in base ai download. Meritocratico.
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi