mentalità vincente

Allena il pensiero strategico ☝

Le otto regole per dormire bene

“Non ho sonno” il titolo di un film di Dario Argento.

Ma anche l’incubo di molti.  Siamo tutti d’accordo che nulla è più gradevole di una bella dormita. Ci si sveglia riposati, pieni di energie e la giornata può iniziare nel miglior modo possibile. Ma questa situazione, seppur dovrebbe essere la normalità, è rara.

È stato constatato che solo tre hanno una buona igiene del sonno. Cioè? Bisogna porre le condizioni adeguate per un benessere psico-fisico adeguato se non si vogliono aver problemi  e svegliarsi pimpanti il giorno successivo. 

Le categorie

insonnia-19

Prima di entrare nello specifico possiamo suddividere tali regole in 3 punti da tenere in considerazione:

 
  1. L’ambiente in cui ci addormentiamo
  2. Le attività che svolgiamo durante la giornata e poco prima di prender sonno
  3. Alimentazione e abitudini

Fare e NON fare

  • NON bere caffè, cioccolata, thè, coca-cola, alcolici e superalcolici
  • NON mangiare pasti pesanti o ricchi di carboidratiinsonnia-contare-pecore
  • La camera da letto deve essere fatta SOLO per dormire
  • NON avere televisore in stanza, né scrivanie con computero altri accessori che possono distrarre la mente o ricollegarla al lavoro.
  • Dipingere le pareti di blu, oro o verde
  • La stanza deve essere buia o con un’illuminazione tenue e di temperatura più fredda rispetto alle altre stanze della casa
  • NON fare la doccia prima di andare a dormire, al massimo un bagno caldo.
  • Prima di andare a letto NON stare al pc, tablet, né tanto meno fare sforzi mentali

Tuttavia, non basta dipingere la parete o levare la scrivania. Se si vuol dormire bene occorre condurre una vita sana e avere ritmi regolari.

Se l’insonnia permane:

  • dormire-bene-15NON assumere sostanze o farmaci
  • Fare esercizi di respirazione o rilassamento
  • Bere una tisana ad hoc
  • NON abbuffarsi di cibo 
  • Leggere un libro
  • Immaginarsi in una situazione nel quale si è stati bene: stimolare gli odori, la vista e tutti i sensi attivi in quella circostanza.
  • Fare attività fisica giornaliera e possibilmente non la sera.
  • Se necessario, schiacciare un pisolino pomeridiano

Ognuno ad ogni modo potrebbe avere il suo iter personalizzato ma queste senza ombra di dubbio sono regole che non potranno fare altro che migliorare il sonno. Se non dovessero essere sufficienti il più grande consiglio, detto da uno che ha sofferto di insonnia, è rivolgersi ad uno specialista. 

Ricordate: il sonno è importante e senza un buon riposo si vive da zombie.

luca-mordenti

di Luca Mordenti

 

 

 
 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

La caccia alle streghe è l’hobby preferito dei burattinai dell’opinione pubblica

Paura e pregiudizi a volte sono vere e proprie armi di distruzione di massa

Villa-Di-BrianoLe parole, infatti, hanno un peso, e quando a scagliarle contro qualcuno sono addirittura i rappresentanti delle istituzioni, possono rappresentare un comodo alibi per le menti deboli.

Il tema della sicurezza è sempre molto caldo, nel nostro Paese, ma ciclicamente diventa addirittura rovente, quando si verificano episodi di cronaca che con la loro crudeltà sconvolgono l’opinione pubblica.

Nelle ultime settimane la collettività ha vissuto con particolare sgomento l’omicidio della giovane Pamela Mastrostefano. La comprensibile indignazione verso i responsabili di un tale orrore è stata però seguita da una deriva in stile giustiziere della notte che avrebbe potuto assumere le dimensioni di un vero e proprio eccidio, a Macerata.

In questo contesto, a Villa di Briano (Caserta), ignoti hanno incendiato un edificio che avrebbe dovuto ospitare un gruppo di migranti. Qualcuno aveva parlato di 100 persone, ma la cifra è stata successivamente rettificata e stimata intorno alle 20. Il fatto è stato preceduto da una manifestazione di protesta a cui aveva aderito anche il primo cittadino.

Quest’ultimo però, dal canto suo, ha declinato qualunque responsabilità morale in merito, condannando formalmente quanto avvenuto…

 

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

Ottenere successo? Segui la regola del centesimo

Il successo si sposa con la matematica

formula-successo-giappone Se è vero che il mondo intorno a noi è fatto di numeri e tutto si può giustificare con qulacosa di razionale, la formula per il successo esiste eccome. Ad elaborarla un professore giapponese, che ha posto ai suoi alunni un quesito:

Preferite avere un milione di euro da spendere subito o un centesimo che raddoppia ogni giorno?

Se optate per la seconda ipotesi il vostro operato nel giro di un anno migliorerebbe di 38 volte rispetto il primo giorno. E se continuaste con questo 1% ottenendo ogni giorno qualcosina in più?

Attenzione però, dovete stare attenti che questa piccola percentuale non venga comunque ostacolata dalla procrastinazione. Così come pian piano si può giungere a un solido successo, in egual modo c'è il rischio di sprofondare nel più nero fallimento.

 

Come applicare la formula del successo?  

un centesimoIl centesimo fa la differenza. 

Secondo voi è un caso che il prezzo di tanti prodotti sia 0,99 cent di euro? Che fine fa quel centesimo? “Non lo voglio, mi riempie il portafogli di inutili monetine” penserete. Così facendo però qualcuno si arricchisce al posto vostro. Provate infatti a moltiplicare quella monetina per migliaia di persone che ragionano allo stesso modo.

Dovremmo dunque comportarci così nella vita di tutti giorni, con l’obbiettivo di riprenderci con pazienza quel centesimo.

Non tutto è rosa e fiori

centesimiI momenti bui possono capitare. In qulasiasi cammino è facile incorrere in ostacoli ma questo non deve essere motivo di rinuncia, anzi va accettato come flusso naturale del percorso. Se capita una giornata storta accettiamola senza abbatterci . L'indomani, continuiamo come se ieri non fosse successo nulla. L’obbiettivo ci sta aspettando e noi siamo assolutamente degni di raggiungerlo

Non demordere

Il vero successo consiste nell’avere la costanza di accumulare quel centesimo giorno dopo giorno. E l’unico modo per assicurarselo è avere ben chiara la missione da compiere. Bisogna lottare sempre, nel bene e nel male. Solo così non avremo rimorsi.

La mia esperienza

soldi-7A tal proposito, da sempre ammiratore del mondo dello spettacolo, ho visto persone che hanno voluto accettare il milione di euro.

Risultato? Hanno avuto la loro popolarità ma in fin dei conti valevano qualcosa? A quanto pare no e questo perché hanno scelto la strada più veloce e sicura.

Magari è bastata una cena con il contatto giusto piuttosto che favori di altro tipo. D’altro canto chi ha ricevuto tantissimi “no” ha continuato a lottare ogni giorno raccattando quel centesimo, di certo non è stato dimenticato. Persone che, certamente, sono diventate esempio per gli altri.

Per cui la morale è...non mollare! Insegui quel centesimo giorno dopo giorno a testa bassa.

luca-mordenti

di Luca Mordenti

Attore, blogger e filosofo a tempo pieno

 

 

 
 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

Continua...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi