Voglio ampliare la mia attività. Come faccio?

Prestito per ampliare l'attività. Quali sono i requisiti per ottenerlo

Avete bisogno di un prestito per ampliare la vostra attività e non sapete come fare? 
 
In questa dettagliata guida vi mostriamo le soluzione a disposizione di giovani imprenditori e imprenditrici. Agevolazione per coloro che intendono sviluppare un business già esistente ma che necessita di un nuovo slancio economico.
 

Finanziamenti fondo perduto 2018 per giovani e donne

Per giovani imprenditori e imprenditrici che intendono sviluppare la propria impresa c’è la possibilità di ottenere finanziamenti a fondo perduto. 
 
Si tratta, a differenza del passato, di un’unica tipologia di incentivo: l’impresa a tasso zero. E’ riservata ai giovani con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e alle donne di tutte le età che vogliono diventare imprenditrici.

Tale incentivo consente un finanziamento a tasso zero per progetti di impresa con spese che possono arrivare a 1 milione e mezzo. 
C’è la possibilità di coprire fino al 75% delle spese totali, mentre il restante 25% deve essere sostenuto dall’azienda stessa attraverso la formula del cofinanziamento affidandosi a risorse proprie oppure tramite finanziamenti bancari.

Complessivamente è disponibile una dotazione complessiva di 150milioni di euro che andrà a coprire le agevolazioni per le quali saranno presentate le domande fino a esaurimento dei fondi. 
 
Attenzione perché non c’è una graduatoria di merito, ma le domande saranno prese in considerazione in base all’ordine cronologico di arrivo.
 
 

Quali attività sono finanziabili?

invitaliaPotranno accedere al finanziamento le seguenti tipologie di aziende: 
produzione di beni per il settore dell’industria e dell’artigianato, servizi alle imprese, servizi alle persone, commercio di beni e servizi, turismo e filiera turistico- culturale. 
 
Sarà invece possibile utilizzare i finanziamenti per realizzare una serie di attività, come opere murarie, acquisto del terreno, impianti macchinari e attrezzature, brevetti, licenze e marchi, servizi Ict, formazione, consulenze e programmi informatici. 
 
Secondo gli ultimi dati a disposizione e che fanno riferimento al 1 ottobre 2017 sono moltissimi i giovani imprenditori che si sono affidati a questa tipologia di finanziamento per dare una spinta alla propria azienda. 
Nello specifico sono oltre 300 le iniziative già finanziate per complessivi 73 milioni di euro di agevolazioni già concessi (ricordiamo che il tetto massimo è di 150 milioni di euro). Nuove o rinnovate imprese che hanno già creato oltre 1600 posti di lavoro.
 
Banner Maggio 2017 250 x 250
 

Come presentare la domanda?

La domanda per accedere al finanziamento Impresa a tasso zero si può presentare esclusivamente online attraverso la piattaforma di Invitalia seguendo pochi semplici passaggi. 
Prima è necessario registrarsi ai servizi online di Invitalia e successivamente si potrà accedere al sito per compilare online la domanda che dovrà essere corredata da un business plan e da tutta la documentazione necessari. 
 
Servirà poi la firma digitale e attivare un indirizzo di posta elettronica certificata. Basta seguire alla lettera le istruzioni indicate sul sito di riferimento.
 

Altre tipologie di prestiti per ampliare la tua azienda?

Finora abbiamo parlato esclusivamente delle opportunità e agevolazioni a disposizione delle donne o dei giovani di età compresa dai 18 ai 35 anni. Ma se sono il titolare di un’azienda e non rientro in questi parametri posso avere delle opportunità per ampliare la mia azienda? Assolutamente sì. 
 
Cercheremo di illustrare in maniera chiara e dettagliata tutte le strade percorribili per ottenere agevolazioni e sostegno economico per l’intervento che abbiamo programmato per la nostra azienda.

Credito industriale. Un finanziamento a medio e lungo termine per gli imprenditori, che ad esempio, intendono acquistare attrezzature o particolari strumentazioni per implementare la produzione della propria azienda.

Credito Fondiario. È strettamente connesso ad operazioni di natura immobiliare, come l’acquisto o la ristrutturazione di un bene. Si può arrivare a richiedere una copertura fino all’80% delle spese da sostenere.

Leasing. Uno strumento che consente di avere disponibilità di un’attrezzatura o strumentazione necessaria per la nostra attività, pagando un canone. Al termine del contratto si potrà decidere se completare l’acquisto o restituire il bene.
 

I prestiti a breve termine

Esistono altre soluzioni per aziende che necessitano di prestiti più ridotti e con un piano di rientro contenuto. E’ il caso, ad esempio, dell’apertura di credito in conto corrente: una somma a disposizione sul conto corrente che potrà essere utilizzata, coperta e nuovamente riutilizzata secondo gli accordi con l’istituto bancario.

Anticipo transato Pos: Si tratta di un anticipo (massimo dell’80%) sul totale delle transazioni registrate con il pos in un determinato periodo di tempo.

Anticipi commerciali: Credito che la banca mette a disposizione, anticipando i crediti dei clienti di un’azienda.

Finanziamenti per il circolante: Prestiti a disposizione di imprenditori che hanno necessità, ad esempio, di ampliare l’acquisto di determinati prodotti o servizi per incentivare il ciclo di produzione della propria azienda.
 
Per maggiori informazioni clicca qui
 
Duccio
Bancario pentito
 

 

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi