Togheter Price, la piattaforma per dividere le spese online

Non devi essere ricco per avere tutto ciò che vuoi. 

togheter-price-1
 

Lo slogan non lascia dubbi e sicuramente fa gola. Nell’era della sharing economy, è possibile condividere tutto, anche i soldi. Togheter Price è un servizio per acquistare insieme ad altri utenti abbonamenti a Spotify, Infinity,  Netflix, Apple Music e  persino giochi su Xbox Live e PlayStation Network.

Idea di due giovani startupper romani, la piattaforma è assolutamente legale. Anzi gli stessi colossi dell’intrattenimento tendono a creare questo tipo di “collaborazione solidale”  tra utenti, con alcune clausole da rispettare. Il servizio è momentaneamente disponibile solo sul web, ma non si esclude la creazione di un’app. Togheter Price è rivolta solo all’utenza consumer, quindi non potrà essere utilizzato per altri fini commerciali.

Come funziona

togheter-price-2
 

Una volta iscritti alla piattaforma sarà sufficiente condividere con amici, conoscenti o parenti il desiderio di volersi abbonare ad uno dei servizi proposti. Ad esempio su Netflix, con la versione Premium, si può arrivare fino a 4 utenze. Chi sceglie di aderire fa un trasferimento all’organizzatore tramite Paypal, sistema già integrato sulla piattaforma. Una volta raggiunta la soglia stabilita, chi ha proposto lo sharing procede con il pagamento dell’abbonamento sul sito di servizio di streaming. Senza nessuna spesa aggiuntiva.

Entro fine luglio verrà attivata anche un’altra versione che prevede un pagamento di quota sulle transazioni. Le cifre sono ancora da definire ma potrebbe essere circa il 20% del pagamento totale. In pratica, la condivisione potrebbe aprirsi non solo a parenti e amici, ma a completi sconosciuti tramite post messi in vetrina sul sito. Il team si occuperà poi di controllare che i servizi scelti siano compatibili con le norme esplicitate dalle piattaforme di sharing.  Ad esempio Apple Music non consente questo tipo di modalità, Netflix si.  

togheter-price-3

La prospettiva futura è coinvolgere sempre più società, come le software house, che, a volte hanno davvero prezzi improponibili da affrontare  per una sola persona. Si pensi agli antivirus o ai pacchetti Adobe per i programmi di grafica.

 Un’idea intelligente che potrebbe rappresentare la svolta dei servizi online. E un toccasana per le nostre tasche. 

 

 

 

di Irene Caltabiano

 

 
 
 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi