Tecnologia vs. Politica. Chi vincerà?

La tecnologia sarà disruptive?

politica_tecnologiaUber, Flixbus, AirBnB, i farmaci fascia C venduti online... su tutti questi terreni la politica preferisce tenere alte le barriere a nuovi entranti, a nuove modalità di offerta diverse e alternative, non assimilabili a quelli esercitate in forma chiusa e pubblicamente regolamentata di offerta (cosa radicalmente incompresa dal giudice romana che ha chiuso a Uber Black...).

DDL del Governo del 30 Marzo 2017

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nell’esercizio dei poteri di cui all’articolo 22 della legge 10 ottobre 1990, n. 287, nella sua adunanza del 22 marzo 2017, ha ritenuto opportuno svolgere le seguenti considerazioni in merito ad alcune previsioni restrittive della concorrenza presenti nel disegno di legge A.S. n. 2647, recante “Disciplina dell’attività di home restaurant” (di seguito anche DDL n. S.2647). 

Il disegno di legge in questione intende disciplinare l’attività di Home Restaurant da parte di persone fisiche che vogliono offrire il servizio di ristorazione all’interno di abitazioni private, al fine tra l’altro di garantire “la leale concorrenza” tra gli operatori del settore e di “valorizzare e favorire la cultura del cibo tradizionale e di qualità” (art. 1). 

Il progresso può essere fermato?

futuroE così continuiamo a tutelare forme di servizio a bassa produttività, e ad alto costo per chi ne fruisce...la stessa cosa avviene con i nuovi divieti all'home restaurant, posti come se fosse un servizio analogo a quello della ristorazione tradizionale...al'epoca sono stato tra i pochi soliti quattro gatti aperti al nuovo ad alzare la voce. 

Ora l'Antitrust ci dà ragione, stroncando i nuovi divieti a home restaurant: "limiti incompatibili con offerta nuova e alternativa di servizio". 

Il calcio su Facebook

Si parla che a breve, nelle dirette live di Facebook si vedranno le partite di Serie A. Gratis!
La tecnologia è anarchia o liberta? E' progresso o asocialità?
Sembra che tutto possa essere fatto online, senza regole o limiti.
Non c'è più copyright, Spotify ne è un esempio, non c'è più privacy, non c'è più finanza controllata, i Trading online spuntano come funghi everywhere. 
 
Ma chi controlla tutto questo?
E soprattutto, è pensabile che la politica possa tramite leggi arrestare questo processo?
Prevarrà il blocco imposto da autorità nazionali, oppure appena verrà bloccata un APP, ne usciranno altre 100 con script e algoritmi differenti?
 
Evidentemente, la storia non insegna nulla. 
Chiusero Napster con una sentenza in tribunale, ma l'industria discografica è morta lo stesso!
 

La competizione

L'unico vantaggio competitivo sostenibile consiste nella capacità di apprendere e di cambiare più rapidamente degli altri. Bloccare non porta a grandi risultati.
 
Duccio
blogger esausto

 

 
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi