Taskhunters, la startup che affida le nostre faccende a studenti di fiducia

A Milano nasce una startup che permette agli studenti di guadagnare svolgendo piccole attività per conto di chi lavora

ragazza_faccende_spesaQuotidianamente abbiamo una lista di “piccole faccende” da sbrigare come  ritirare un vestito in lavanderia, fare la spesa,pulire il garage ecc... Ebbene, se la nostra vita frenetica ci impedisce di svolgere queste piccole attività per carenza di tempo, c’è una soluzione al problema! 

Delegare tutto a studenti universitari di fiducia che risolveranno le nostre faccende e nel contempo guadagneranno qualcosa. Tutto questo è possibile grazie ad una nuova piattaforma che si chiama Taskhunters.

Cos’è Taskhunters?

Taskhunters è un marketplace virtuale: un luogo in cui i cittadini privati possono affidare le proprie faccende a studenti di fiducia e gli studenti possono guadagnare svolgendo queste mansioni. E alla domanda: perché affidare i propri servizi agli studenti? Taskhunters risponde: “Perché sono preparati, motivati e volenterosi. Hanno uno stile di vita flessibile, che si adatta perfettamente allo svolgimento di faccende e piccoli lavori per gli altri”.

Com’è nata l’app

L'app è stata creata da Lorenzo Teodori, Francesco Piovesan, Marco Premier e Alberto Mora. Tutti under 30 che, dopo importanti esperienze lavorative all'estero, hanno scelto di rientrare e investire in Italia. Da ex studenti universitari hanno avuto anche loro l’esigenza di guadagnare qualcosa per pagarsi viaggi, libri ed altro. Ma sono stati anche lavoratori “senza tempo” e così hanno pensato ad un’app che risolvesse i problemi di entrambe le parti.

Come funziona l’app

taskhunters_appFunziona in modo molto semplice. I lavoratori pubblicano i propri "task" (compiti) sull'app scegliendo tra diverse categorie, come spesa al supermercato, pet care, trasloco, consegna abiti in lavanderia e molto altro; indicando il costo e le condizioni del servizio. 

Gli studenti possono offrirsi per svolgere l'attività e scegliere se accettare la ricompensa oppure contrattare per un prezzo più alto. Taskhunters verifica i profili degli studenti che aderiscono alla piattaforma e mette a disposizione un sistema di valutazione reciproca: a task concluso, studenti e lavoratori possono lasciare dei feedback. 

L'obiettivo è creare una rete di persone di fiducia a cui delegare le proprie commissioni con serenità.

Ad oggi

Taskhunters è cresciuta in pochi mesi e ad oggi sono 8.000 le persone iscritte al servizio. Vanta studenti provenienti da tutte le Università di Milano. L’obiettivo è quello di attivare l’app in altre città, oltre Milano, e di far conoscere la piattaforma anche alle aziende.

Simona
Blogger affaccendata

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi