Stereomood, l’app di musica che segue il tuo umore

STEREOMO

Quando il nostro stato d’animo cambia, è come se una sorta di radio interiore cambiasse stazione di frequenza. Inevitabilmente, la musica che preferiamo ascoltare è diversa in base all’umore del momento. Se siamo felici preferiamo qualcosa che alimenti energia e voglia di fare, mentre invece se siamo giù, perlomeno inizialmente, scegliamo qualcosa che quasi ci culli con dolcezza nella tristezza. Stereomood è un sito e un’app per ascoltare musica in streaming, ideati da una startup italiana annoverata tra le migliori del 2015.

 

L’idea è nata dalla nostra passione musicale

STEREOMOODMa la vera molla che ha fatto scattare il progetto è stata la volontà di metterci alla prova nel realizzare qualcosa di totalmente nostro, al di fuori dei rigidi schemi del lavoro di ufficio. 
 

Così il team di creatori di Stereomood. 

«Giovanni nel febbraio 2008 – quando eravamo tutti colleghi in MTV Italia – ci presentò il progetto di un aggregatore di mp3 che raccogliesse la musica dei migliori blog per facilitare la scoperta di nuovi artisti all’interno di un panorama musicale già immenso in cui risultava difficile orientarsi. Dopo aver scoperto che quanto volevamo realizzare già esisteva, lo abbiamo piegato all’intuizione che è alla base del nostro successo: l’idea di una catalogazione della musica su base emotiva non era stata ancora sviluppata e la sua forza era nella sua semplicità, non poteva essere un’idea sbagliata … ».
 
In breve tempo Stereomood raggiunge un volume di traffico di circa 1 milione di visitatori unici da tutto il mondo, e a quel punto lo staff comincia a muoversi per intercettare investitori. Da qui, la partecipazione a concorsi e business plan competitions che sanciscono il pieno riconoscimento del progetto. Secondo premio per Wind Business Factor, Official Honoree ai Webby Awards 2011 e accesso alla fase finale di Mind The Bridge. 
 

Quali sono i consigli per i tanti aspiranti startupper che sperano di seguire le loro “orme”? 

Prima di tutto crederci e confrontarsi subito con il mercato, lanciando una beta del prodotto il più rapidamente possibile
Bisogna puntare sulla qualità, questa è una priorità assoluta: se risponde a effettive esigenze degli utenti e lo fa migliorando la vita delle persone (anche per un piccolo semplice aspetto) sarà destinato a circolare sul web, a partire dai social network e dai blog, catturando sempre più utenti che saranno felici di condividerlo con gli altri. Il word of mouth è stato l’unico strumento di marketing che potevamo permetterci, ma ci ha portato in alto grazie alla validità del servizio che proponevamo: guadagnata una solida base utenti, si possono testare più modelli di business e scegliere quello più adeguato e valido.
 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi