Soffri di mal d'auto? C'è un rimedio migliore delle caramelle

Nausea, mal di testa, stomaco sottosopra.

Se avete previsto un viaggio on the road e soffrite di mal d’auto, questa fastidiosa sindrome potrebbe rappresentare un problema per il vostro itinerario.

Da cosa deriva il mal d’auto?

Anche detto comunemente voltastomaco, la chinetosi è un vero disturbo neurologico che può essere causato da spostamenti ritmici o irregolari del corpo durante un movimento.

Infatti, se normalmente la posizione che il corpo occupa in un determinato spazio è regolata dal labirinto che si trova nell’orecchio, in un’auto quest’organo corre il rischio di “confondersi”, causa stimolazioni non coordinate con le informazioni fornite dalla vista, che non segue la strada.

 

Da qui deriva uno squilibrio di messaggi che giungono al cervello, che risponde liberando adrenalina e vasopressina, responsabili di nausea e vomito. Come avviene anche per il mal di mare.

Arrivano i Seetroën

seetroenNormalmente si cerca di combattere il voltastomaco sporgendo la testa dal finestrino, ingoiando cibi secchi o caramelle a base di zenzero.

A risolvere questo disagio ci hanno pensato in tanti, non ultimo Citroën, che ha lanciato i quasi omonimi Seetroën, occhiali che promettono di eliminare problemi di chinetosi. 

Messi a punto dalla casa automobilistica francese e adatti ad adulti e bambini, sono costituiti da una montatura senza lenti e utilizzano la tecnologia sviluppata dalla startup d’oltralpe Boarding Ring TM. 

Occhiali che ricreano la linea dell’orizzonte con un liquido colorato, risolvendo così il problema sensoriale.

Un vero e proprio dispositivo paramedico, brevettato e testato, che promette di essere efficace al 95%. Grazie al liquido in movimento negli anelli posti intorno alla zona degli occhi, sia in senso frontale, sia a destra che a sinistra e in avanti e indietro, gli occhiali sono in grado di riformulare la linea dell’orizzonte e risolvere così il difetto sensoriale alla base del malessere.

Come funziona? Ai primi sintomi inforcate gli occhiali, dopo una dozzina di minuti Seetroën si sincronizzerà con il movimento percepito dall’orecchio interno, mentre gli occhi restano fissi su un oggetto immobile, che può essere anche un libro. Successivamente, gli occhiali possono essere anche rimossi.

 A volte bastano idee semplici per risolvere problemi molto comuni.

irene-caltabiano

di Irene Caltabiano

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi