Se a rubarti la scena è un robot

E Ricky Ma creò la donna.
Ma non una qualunque, un robot a immagine e somiglianza di nientepopodimeno che Scarlett Johansson. Chi ha tempo non aspetti tempo. Perciò il graphic designer di New York, non potendo corteggiare la bella attrice, ha deciso di crearsene una tutta per sé.
 
Molto più meccanica e meno attraente, é stata ribattezzata Mark1. Il creatore ha dichiarato che la somiglianza con la musa di Woody Allen è casuale; difficile da credere dal momento che l’occhiolino, anche se robotico, esprime tutta la sensualità della star. 
 
Un anno e mezzo di lavoro e 50.000 dollari per questo prodigio della robotica a grandezza naturale, stampato in 3D per il 70% del suo scheletro. La pelle è in silicone e il robot compie movimenti basici ma la cosa più sorpendente sono le complesse espressioni facciali. Mark1 risponde correttamente agli impulsi verbali. Se infatti le dici «Sei bellissima» risponde quasi sorpresa con un timido grazie. 
 
Sembra che Scarlett non sia ancora venuta a conoscenza del suo clone robotico. E per l’incolumità di Ricky sarebbe meglio che non lo faccia visto che, tecnicamente, la biondona potrebbe richiedere un risarcimento per i diritti di immagine. 
 
A meno che non cominci a commercializzarne talmente tante che non si distingua più qual è l’orginale. 
 
 
Guarda il video >>
 

 
Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbe interessarti anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi