Rimedi contro l’inverno? Un te infuso con CBD

Niente è per sempre

Sarah's BlessingNeanche il pregiudizio, per fortuna. Per quasi un secolo la cannabis e chi la consumava sono stati guardati con disprezzo e un misto di sospetto e allarme paragonabile a quello che oggi scontano i malati di Covid19. Finchè alcune ricerche hanno rovesciato la percezione comune, e addirittura portato alla luce le proprietà benefiche del CBD (cannabidiolo), uno dei suoi principali costituenti, che ha una funzione anti-infiammatoria. Così è stata coniata l’espressione uso terapeutico.

Di cosa parliamo quando parliamo di cannabis?

I suoi due più importanti componenti sono CBD e THC (tetraidrocannabinolo), che hanno valenze complementari. Quest’ultimo, infatti, è uno psicoattivo che conferisce una sensazione di euforico rilassamento correlato all’abbassamento della pressione, alla riduzione del dolore, e ad un incremento dell’appetito.

Il CBD NON è uno psicoattivo, e collabora con il sistema immunitario ed il sistema nervoso centrale. Favorisce anche il trattamento di patologie quali epilessia, schizofrenia e ansia. Così in moltissimi Stati rientra nel novero delle sostanze legali.

Troppo bello per essere vero?

Sarah's BlessingNo. I benefici sono REALMENTE a portata di mano, facendo attenzione a due aspetti essenziali. In primis, i prodotti a base di cannabis NON devono essere utilizzati come sostitutivi dei farmaci. Ed anzi, prima di inserirli nella propria quotidianità come integratori, è consigliabile consultarsi con un medico. Detto questo, perché si inneschi il virtuoso circolo correlato al CBD, è necessario conoscere i prodotti disponibili sul mercato, così da compararli e scegliere quelli ottenuti a partire dalle infiorescenze della pianta. L’eventuale presenza di solventi, invece, potrebbe rivelarsi controproducente per la salute psicofisica.

A ciascuna stagione il suo prodotto

L’arrivo dei primi freddi, le giornate che si accorciano, e le lunghe serate costretti in casa dal Covid19 hanno bisogno di un po’ di brio e dolcezza. Cosa c’è di meglio, quindi, di una tazza di the fumante, così fragrante e profumato da non aver bisogno neppure dello zucchero?

Per unire l’utile al dilettevole, una tazza bollente da stringere tra le mani per riscaldarsi e sfruttare gli effetti benefici di questa pianta, è sufficiente preparare un te infuso con CBD.

Sul sito di Sarah’s Blessing sono disponibili tante sfiziose varianti di te infuso con CBD, tra cui quello con limone, verbena e mora. Il mix ideale, questo, per chi apprezza le note agrumate ma non vuole rinunciare ad una fragranza fruttata.  Il tutto coronato dall’azione calmante delle foglie di cannabis essiccate.

Buoni motivi per scegliere Sarah’s Blessing

Se questo brand si è conquistato il primo posto nel mercato europeo del CBD,. Un buon motivo ci sarà. Altrochè. Ce ne sono almeno tre.

I prodotti targati Sarah’s Blessing sono ottenuti dalla lavorazione a spettro completo della CBD. Così, è possibile sfruttare i benefici di TUTTA la pianta.

Rigorose modalità di estrazione, caratterizzata dall’impiego di CO2.

Niente pesticidi né agenti chimici.

Clicca qui per comprare un te infuso con CBD pieno di gusto

La redazione

 

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci