Qual è il tipo di acqua più adatto a te?

Esseri "acquatici"

bere-acquaL’acqua è uno dei principali costituenti del nostro organismo. Non a caso rappresenta il 60% del peso corporeo. La quantità, nel corso della vita, si modifica in relazione ad età, sesso e soprattutto adipe.

Eco allora spiegato il significato della frase “dover bere tanta acqua”: è necessario rimpiazzare costantemente le perdite idriche, causate ad esempio da sudorazione o minzione.

Ma quanta acqua bisogna bere? 

Le richieste fisiologiche di acqua, variano in base:

alla temperatura dell’ambiente. Se il clima è estivo, ad esempio, subiremo maggiori perdite con la sudorazione, pertanto bere-acqua-2la necessità di bere aumenterà

al tipo di alimentazione, se è composta da alimenti ricchi in acqua allora la richiesta idrica corporea sarà inferiore.

alla presenza di situazioni patologiche, come ad esempio problematiche renali.

In linea generale, però, la quantità di acqua da assumere è proporzionale all’apporto calorico della razione alimentare, quindi facendo un calcolo approssimativo, si può affermare che è necessario bere 1 ml di acqua per kcalQuindi se si segue una dieta da 2000 kcal sarà opportuno introdurre 2 litri di acqua al giorno.

L’acqua minerale è tutta uguale? 

acqua-mineraleLa risposta è no. Ne esistono diverse tipologie. Scopriamole insieme:

·      Acqua bicarbonata: azione antinfiammatoria, facilita i processi digestivi. Indicata in caso di attività fisica.

·      Acqua solfata: leggermente lassativa, da evitare nei bambini.

·      Acqua calcica: indicata nelle situazioni in cui è necessario un incremento di questo minerale

·      Acqua magnesica: il magnesio è utile in caso di stress muscolare e nervoso.

 

·      Acqua clorurata: riequilibra la funzionalità intestinale ed epatica. Sconsigliata in caso di disturbi renali.

·      Acqua florata: rinforza denti, importante in caso di gravidanza.

·      Acqua ferruginosa: indicata in caso di anemia da carenza di ferro.

·      Acqua sodica: indicato per chi pratica attività fisica, controindicato in caso di ipertensione

·      Acqua acidula: facilita la digestione, controindicata in caso di disturbi gastrici

Il mio consiglio?

bere-acquaInnanzitutto è importante essere consapevoli di quanta acqua si beve. Spesso alla domanda: «Quanta acqua consumi?»non si sa rispondere ed è il primo errore.

Dopo di che è fondamentale capire se, effettivamente, l’introito è basso ed in questo caso rimediare. Infine, scegliere l’acqua più idonea in base alle proprie necessità e variare costantemente la sorgente, in modo che sia assicurata l’introduzione di tutti i minerali.

E ricordate che da oggi la salute viaggia dal web alla vostra tavola.

 

marina-putzolu

di Marina Putzolu 

 

 

 
 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi