Prestiti per 1 giorno. Negli USA è una prassi barbarica

Sei in difficoltà e ti servono al volo 400$? Negli USA esiste il Payday Loan. Il prestito di 1 giorno.

In cambio devi offrire la tua auto in garanzia e, se non restituisci il prestito dopo 24 ore, vengono con il carro attrezzi e ti prendono la macchina senza neanche notificare l'atto di pignoramento al proprietario.

Questa prassi è prevista in 20 stati USA, ed il tasso d'interesse annuo (TAEG) arriva al 340%. Circa l'1% al giorno.

Ma dov'è la trappola? In genere il 60% dei richiedenti è in seria difficoltà e non riesce a rimborsare il prestito dopo solo 24ore. La loro auto viene pignorata e portata in un deposito privato che per liberarla richiede il pagamento di 200$. 

A questo punto si fanno avanti altre finanziarie "Auto Title Loans" che promettono al malcapitato di consolidare sia il prestito, sia la multa del carro attrezzi, che in ulteriore difficoltà accetta l'offerta e si ritrova ad essere debitore per altri dollari maggiorati da interessi su interessi senza via di scampo.

Google scende in campo. Big G per bloccare questa prassi da usurai legalizzati ha deciso che dal 1 Luglio 2016, vieterà gli annunci sponsorizzati sul noto motore di ricerca di finanziarie "Auto Title Loans" o "Payday Loans" e ha convinto il presidente Obama a formalizzare una legge che ne vieti l'uso e ad introdurre un sistema di notifiche (come avviene da noi in Italia) che avverta il consumatore dell'imminente pignoramento dell'auto.

 L'industria bancaria, di contro, ha proposto di estendere almeno a 30-45 giorni il prestito, ma non a perdere gli interessi attuali, visto che il governo avrebbe fissato un limite al 36% rispetto al 340%.
Dennis Shaul, il presidente dell'Associazione Nazionale dei Prestiti Giornalieri, ha detto che queste regole faranno perdere business a molte finanziarie e non consentiranno ai consumatori in difficoltà economiche di accedere a piccoli prestiti per le loro emergenze.

In Italia questi prestiti sono vietati e comunque, qualsiasi pignoramento ad auto o case deve essere sempre prima notificato tramite un ufficiale giudiziario e solo successivamente ad un decreto ingiuntivo firmato da un giudice.

E' il caso di dirlo: non sempre quello che succede negli USA è sinonimo di progresso e civiltà. 

Duccio
Digital media Instigator

approfondisci con 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi