PassivDom, una casa nuova ed ecologica in sole 8 ore

Una casa in sole otto ore

passivdom-1Le potenzialità della stampa 3D sono sconosciute a molti. Ma, in un futuro prossimo, si potrà forse realizzare un intero condominio in sole 48 ore.

Se prezzo e tempo di costruzione sono due elementi importanti nella scelta di una casa, grazie alla nuova tecnologia sono variabili ridotte in modo significativo. Senza, peraltro, trascurare altri aspetti importanti come la sicurezza o la durata.

PassivDom è una casa modulare progettata dall’ingegnere ucraino Max Gerbut. Il modello più piccolo ha una superficie di 35 metri quadrati, riposizionabile e autosufficiente ( non ha bisogno di essere ricollegata alla rete).

L’abitazione, nella sua struttura base, ovvero senza posizionamento di porte o finestre o installazione di sistemi elettrici o idraulici viene interamente realizzata da un robot. L'unico intervento umano è rappresentato dal team di progettazione che realizza prima uno schizzo e, successivamente, realizza l’immobile in sole otto ore, strato per strato.

Una casa 100% ecologica

passivdom-6Il tetto, il pavimento e le pareti di 20 centimetri di spessore sono composte da fibre di carbonio, poliuretano, resine, fibra di basalto e vetro. La struttura fondamentale però è il tetto, che disponde di pannelli solari in grado di coprire l’intera domanda della casa.

 

 L'abitazione dispone di una batteria per immagazzinare questa energia e quindi essere in grado di far fronte a eventi imprevisti come giornate di pioggia o nebbia, per un’alimentazione di un massimo di due settimane senza sole.

Una casa resistente

passivdom-3E la robustezza? Gli ingegneri spiegano che la struttura dell’abitazione è fatta di carbonio, materiale sei volte più resistente dell’acciaio. Tutti i moduli sono strutturati con sostanze non corrosive e la durata è di oltre 40 anni.

È anche possibile personalizzare la casa in base alle esigenze del futuro proprietario ed acquistare i mobili appositamente progettati per PassivDom.Il prezzo generale va dai 53.000 euro per la più piccola agli 81.000 per la più grande.

Chissà se un giorno, con tutte le nuove forme di energia e le possibilità tecnologiche che abbiamo, non si giunga a una vera e proprio rivoluzione verde.

irene-caltabiano-1

di Irene Caltabiano

 

 
 


 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi