Pane in cassett@: se il forno sotto casa incontra l'e-commerce

Cercare gli ingredienti per una ricetta, calcolare il percorso su Google Maps, scorrere la bacheca di Facebook.

 antonio-folladorLa maggior parte delle persone sfrutta Internet per queste attività, senza individuare le grandi potenzialità che offre la rete. Anche nel campo dell’ e-commerce siamo abituati a pensare solo ai grandi colossi quali Amazon o Alibaba.  Ma che succede se le piccole attività incontrano la potenza del web?

Pane in cassett@, il fornaio dentro casa

Antonio Follador, responsabile nello storico omonimo panificio di Pordenone, proprietà di famiglia da tre generazioni, ha voluto sfidare un tabù: l’idea che il pane debba necessariamente durare 24 ore per non risultare vecchio. Perciò, perché non creare un sistema più funzionale sia lato produttore che consumatore?

«Se volevamo cambiare marcia era necessario iniziare cambiando il pane che producevamo, lasciando spazio a nuovi sistemi». Quindi non solo grani e farine più ricercati e costosi ma anche una svolta radicale nella vendita, dovuto al cambiamento di abitudini della società. 

 
«Ormai nessuno ha più tempo di andare tutte le mattine in panetteria, se non gli anziani. E questo cambiamento di costumi e abitudini sta relegando il pane da panetteria in una nicchia ridotta e difficile. Soprattutto perché se fai il pane col lievito di birra sei obbligato a svegliarti tutte le notti per produrlo».

Soluzione?

antonio-folladorPagnotte da un chilo, un chilo e mezzo, fatte col lievito madre, che durano fino a sette o otto giorni. Chi lo compra non deve così rifornirsi per forza quotidianamnete e chi lo produce non si deve fare levataccia per garantirne la fragranza mattutina. Un metodo vantaggioso per tutti e che, peraltro, consentirebbe di limitare gli sprechi, considerata la quantità di pane che si butta ogni giorno.

Ulteriore vantaggio? Gli ordini arrivano direttamente a casa ed è disponibile una vasta gamma di prodotti, dai formati più tradizionali, al pane alle noci fino ai dolcisoffici , golose alternative quali  la pagnotta dolce all’arancia e cioccolato o integrale con i mirtilli.

L’obiettivo è far provare al cliente un’esperienza nuova, come quella di ricevere a casa il pane attraverso l’e-commerce. La prossima sfida? Ampliare il mercato, andando oltre la dimensione locale. Pane in cassett@ è un progetto sviluppato assieme a Botteghe Digitali, programma di accelerazione delle piccole imprese online, portato avanti da Banca Ifis.
 

Certo, il rischio è perdere la dimensione delle piccole attività di quartiere. Ma di questo passo, chissà se fra dieci anni esisteranno ancora… 

irene-caltabiano

 

di Irene Caltabiano

 

 

 
 


 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi