Ordini online? Ci pensano i droni

Niente più scuse sul ritardo per il traffico.
I fattorini si chiamano Octocopter e arrivano dal cielo. Amazon, il colosso dell'e-commerce, effettuerà le consegne tramite droni, che porteranno i pacchi direttamente sulla soglia di casa, con consegna garantita entro i trenta minuti. 
Fantascienza? No. Jeff Bezos ha confermato che entro massimo cinque anni verrà attivato il serivzio Prime air, cioè la distribuzione automatizzata degli ordini. L'azienda  di Seattle è ancora in fase di sperimentazione sul progetto  e  sta cercando un punto di equilibrio con le leggi federali e aeronautiche statunitensi. 
 
Come funziona la consegna
 Gli Octocotper sono minidroni alimentati da otto piccoli motori e controllati in remoto da computer. I robot potranno trasportare carichi fino a un massimo di 2, 5 kg (percentuale che rigurada l'86% delle consegne Amazon) e il raggio che coprono è di 16 km dai magazzini in cui vengono preparati gli ordini. Risultato? Dimezzati spese e tempi di consegna, nonché ridotte le emissioni inquinanti. «Molto meglio dei camion per i trasporti, come sottolinea il capo della società americana».
 
Perchè introdurre i droni
Bezos è preoccupato per il futuro dell'azienda. «Amazon un giorno cadrà a pezzi - ha sottolineato l’imprenditore statunitense - e voglio che questo accada dopo la mia morte. Una delle ragioni per l'introduzione dei droni è mantenere in vita le vendite al dettaglio». Un video dimostrativo mostra i robot che partono dai depositi dell'azienda americana, trasportano  i prodotti in piccole scatole gialle e li portano fino alla soglia di casa dei clienti. La localizzazione avviene atrraverso GPS.
 
Persone come robot o il contrario?
Che sia una manovra per cambiare l'immagine dell'azienda, ultimamente non proprio lusinghiera? Recentemente infatti Amazon era finita nella bufera perchè i dipendenti inglesi, sottoposti a eccessivo stress, avevano riscontrato molti problemi sia fisici che mentali. Stessa cosa in Germania, dove i lavoratori si lamentavano a causa di condizioni di lavoro disumane e salari bassi. 
 
Droni: i dipendenti del domani?
Amazon non è la sola azienda che si sta muovendo verso queste sponde. Anche la nota catena statunitense Domino's qualche tempo fa aveva fatto scalpore con il video di un drone volante che consegnava pizze espresso. Oppure la SF Express, società di trasporti cinese aveva sguinzagliato droni capaci di arrivare fino a 100 metri di altezza, capaci di trasportare pacchi di grosse dimensioni. 
 
Con prospettive del genere, chi avrà ancora bisogno dell'uomo?
 
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi