Mollare tutto? L'unico limite è la paura

Ogni mattina ti svegli con la voglia di scappare.

 

Mollo_TuttoProvi ansia al sol pensiero di rinchiuderti in ufficio per otto ore. Noia e insoddisfazione sono compagne delle tue giornate. La domanda che poni più spesso a te stesso è: « Chi me lo fa fare?»

Ammettilo, passi il tempo libero a controllare le offerte di viaggio. Sei sempre in cerca di un cambiamento, anche se si tratta solo di risistemare i mobili. Se questa descrizione corrisponde al tuo profilo, ti conviene continuare a leggere.

La rubrica che inauguriamo oggi vuole essere uno stimolo a cambiare vita, partendo da piccoli passi concreti. La prima cosa da fare è educare noi stessi a superare ostacoli che esistono solo nella nostra mente. Ecco i paletti più comuni che ciascuno di noi si pone quando sogna di fuggire lontano.

Ingigantire i problemi

La paura dell'ignoto ci paralizza. Non appena ci azzardiamo a saltare al di là della staccionata, il vento del dubbio ci riporta indietro.« E se poi non trovo un altro lavoro? Se non riesco a mantenermi? Se mi ammalo di nostalgia? »

Evitate di preoccuparvi, nel senso etimologico della parola. Non vi occupate dei problemi prima che arrivino ma concentratevi su cosa effettivamente vi lascereste dietro le spalle.  Vale la pena rimanere nella nostra zona di comfort, rassicurante ma insopportabile? Vi fa meno paura spegnervi lentamente, diventando passivi e senza alcun controllo sulle vostre vite?

 

Farsi condizionare troppo dall'opinione altrui

 

Mollo_TuttoIl senso comune ci costringe a impiegare il nostro tempo in cose che non ci piacciono, semplicemente perchè "si fa così". Trovare un lavoro decente, sposarsi, fare figli. Obiettivi lodevoli, ma non tutti siamo fatti allo stesso modo. Perciò chiudete gli occhi e cercate di pensare ai vostri desideri più profondi, al di là di schemi e pressioni sociali. Aver voglia di cambiare non è da incoscienti. È la cosa più coscienziosa che potete fare.

Avere poca fiducia nelle proprie capacità

Lasciarci attraversare dagli eventi mina a poco a poco la nostra capacità decisionale. Il primo passo è circondarsi di persone positive, che ci incoraggino ad agire. Superare i propri limiti è un allenamento costante . Potete cominciare con piccole sfide quotidiane come cambiare percorso per arrivare a lavoro, cominciare uno sport nuovo, passare un weekend da soli lontani da casa.

Cercare scuse per rimandare

Mollo_Tutto

« Abbiamo quaranta milioni di ragioni per fallire ma non una sola scusa». Questa frase di Rudyard Kipling riassume alla perfezione il concetto. La tendenza più frequente è incolpare qualcuno o qualcos altro della propria situazione. Tempo, governo, famiglia, colleghi. Continuare a cercare scuse è solo un modo come un altro di rimandare il vostro benessere.

Essere troppo indulgenti

Accettare i propri limiti e difetti è bene, ma non significa evitare di lavorare su ciò che ci frena. Riconoscere i nostri blocchi è il primo passo per superarli.

Il bagaglio fondamentale da portare con sé é la reale voglia di cambiare. Se riuscite a farlo, siete pronti al prossimo step... Alla prossima puntata :)

 

di Irene Caltabiano

Potrebbe interessarti anche:

-ISCRIVITI al canale YouTube-
 

 
 
 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi