Mal di testa: quali cibi scegliere?

Un disturbo molto comune. 

mal-di-testaSecondo le statistiche, circa la metà della popolazione italiana ne accusa i sintomi un paio di volte al mese, anche per diverse ore. La vita condotta oggi giorno, con l'uso continuo di dispositivi informatici, ritmi frenetici,  inquinamento acustico ed urbano, sono gli stimoli che più incidono sul nostro sistema nervoso, e che, quindi, possono causare malesseri.

È bene distinguere la cefalea tensiva (causata dalla tensione, appunto, di muscoli di faccia, collo e spalle) dall'emicrania (caratterizzata da un dolore acuto e pulsante) localizzato in genere da un solo lato del volto.

Alcuni affrontano questa problematica con rassegnazione, accettando il dolore cronico e provando a conviverci; per altri diventa, delle volte, una condizione realmente invalidante.

 

Ma come può aiutarci l’alimentazione?

1.     In primis è bene considerare se abbiamo allergie alimentari in atto. Sono proprio alcuni allergeni che portano al rilascio di sostanze come l’istamina, che inducono cambiamenti nella modulazione del calibro dei vasi sanguigni, e che, pertanto, provocano pressione e quindi dolore.

Consiglio di valutare questa possibilità e allontanare tali alimenti per un periodo di tempo più o meno lungo, in relazione alle singole esigenze.

cioccolato

2.     Allo stesso tempo è necessario ridurre il consumo di alimenti che contengono istamina, per lo stesso motivosopra citato. Quindi no a cibi, come ad esempio:

  • Formaggi stagionati
  • Alcol
  • Cioccolato
  • Lievito di birra
  • Pesce in salamoia

frutta-secca3.     Evitare stati ipoglicemici, causati da un non idoneo introito di cibi o da situazioni di digiuno. Per prevenire questa situazione è bene eseguire piccoli spuntini tra i vari pasti.

Il mio consiglio? Prendete l’abitudine di consumare regolarmente ciascun pasto, ad orari per quanto possibile costanti. Inoltre, ridurre il consumo di zuccheri semplici o raffinati, durante gli spuntini, preferendo di gran lunga un frutto fresco accompagnato da una manciata di frutta secca.

E ricordate…da oggi la salute viaggia dal web alla vostra tavola! 

marina-putzolu

di Marina Putzolu

Biologa e nutrizionista

 

 

 

 
 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi