Wi-fi gratis? Solo se diminuisce lo smog

Wi-fi libero per tutti, ma solo se l'aria diventerà più pulita.
 
Joris Lam, designer di Amsterdam, invita gli olandesi ad essere più consapevoli di problemi ambientali e influenza che possono avere i cittadini nel risolverli. Purtroppo anche la città nordica, generalmente simbolo di pulizia e civiltà, si ritrova a fare i conti con l'inquinamento atmosferico.
 

Lam ha così creato Tree-Wi-Fi, “casette per uccelli”, che rilevano la qualità dell'aria sulla base della quantità di smog emanata da auto e  camion. Ogni sera i dati raccolti verranno inviati ad un server che, dopo averli analizzati, li rispedisce alla casetta con un comando. Se i cittadini “hanno fatto i bravi”, ovvero se l'inquinamento è diminuito rispetto al giorno precedente, partirà la connessione gratuita. Se invece non vengono raggiunti determinati livelli, si bloccherà e cominceranno a essere forniti, su tutte le pagine web, consigli per migliorare la qualità dell'aria.

L'illuminazione a LED ricorderà costantemente ai cittadini le condizioni atmosferiche in cui verte la capitale. L'idea è rendere comprensibili le rilevazioni che avvengono nelle aree urbane, così da sensibilizzare i cittadini sul tema. Al momento Tree Wi-Fi è solo un prototipo, ma il comune e già interessato a brevettare.

La creatività sarà mica l'arma giusta per avvicinarsi alle coscienze?

di IRENE CALTABIANO

 

Ti è piaciuto quest'articolo? Leggi anche:

-Iscriviti al canale YouTube-

 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi