Comprare casa a un euro? Una svolta per la vita

Avete mai pensato cosa potreste comprare con un euro? 

caffè1A me viene in mente un caffè, sempre che non lo prendiate al tavolo, materiale da cancelleria, o nel mio caso, dieci goleador, perché sono un inguaribile golosone.

Insomma, fino a qualche tempo fa era una cifra talmente irrisoria che ci potevate fare ben poco ma da qualche anno è stata assunta come iniziativa per comprare una casa.

Leggi anche: Costruire una casa con la plastica in eccesso

No alle case fantasma

case fantasmaSì, avete letto bene. Al prezzo di un euro in molti comuni italiani è possibile acquistare un’abitazione.

Una soluzione innovativa lanciata per contrastare lo spopolamento che stanno vivendo molti paesini e rilanciarli per non farli diventare luoghi fantasma.

Un’iniziativa per salvare case in stato di abbandono e degrado e invogliare possibili acquirenti.

Ovviamente, si tratta di una cifra simbolica, non per forza deve essere un euro. Più che altro è una direttiva in cui il Comune si pone come mediatore tra domanda e offerta con lo scopo di incoraggiare i privati a dismettere il patrimonio immobiliare abbandonato, attraverso un contratto di compravendita dove l’acquirente si impegna a ristrutturare l’immobile in tre anni e versando una caparra di 5.000 euro, che poi gli verrà restituita se manterranno fede all’impegno preso.

Sia chiaro che non stiamo parlando di case completamente distrutte e inagibili ma di abitazioni che comunque mantengono una solida struttura.

Leggi anche: Ecocapsule, mille case dentro un uovo

Un fenomeno europeo

case a un euroAl momento non sono molti i comuni che hanno aderito ma è preventivabile che la cosa si diffonda e non solo in Italia. Anche in Gran Bretagna e in Francia il fenomeno sta prendendo corpo.

Il primo fu Salemi, in provincia di Trapani, nel 2010, per ordine dell’allora sindaco Vittorio Sgarbi. La cosa però fallì perché molti immobili erano troppo a rischio per essere dichiarati agibili e quindi furono costretti ad abbandonare il progetto.

Poi, a fase alterne altri comuni hanno riproposto l’iniziativa, dalla Sardegna alla Toscana, dall’Abruzzo al Piemonte, ognuno con le sue regole e con il proprio bando che si può visitare sul sito Casea1euro.it.

sambuca12Attualmente, quello che ha riscontrato più successo è senza dubbio Sambuca, in Sicilia, grazie anche a un servizio trasmesso dalla CNN che gli ha dato grande visibilità, facendo arrivare compratori da tutto il mondo.

Un’opportunità unica che può essere sfruttata da tutti, sia da chi è stanco della città e vuole andare a viversi la pensione in uno di questi borghi bellissimi (ah, pensate che tra questi c’è anche Gangi, dichiarato borgo più bello d’Italia nel 2014) o da chi ha un po’ di soldi da parte e vuole fare un investimento trasformando l’abitazione in un b&b. O, infine, da chi è giovane come  me e può crearsi un futuro grazie anche ai fondi della comunità europea.

Se siete tra queste persone, sappiate che non ve la caverete con un solo euro di spesa (sic!), solitamente per trasformare un’abitazione di questo tipo sui 70 mq ci vogliono dai 60 ai 120.000 euro, cifre alte ma sicuramente minori se si confrontano con quelle assurde di certe grandi città.

marco lombardi

 

di Marco Lombardi

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci